Agenzie di stampa: Askanews taglia 23 giornalisti e va in periferia

- Roma
Foto di Daniel Friesenecker da Pixabay

L’azienda conta di risparmiare 2,6 milioni l’anno sul costo del personale. In estate hanno chiuso prima OmniRoma e poi Il Velino.

Se i piani editoriali diventano merce rara e in redazione si assegnano i compiti in base al numero dei lanci promessi per contratto al governo; e se i politici (al Dipartimento per l’Editoria) si dilettano in fantasiose direttive e in geniali gare europee, alla fine nel campo delle agenzie di stampa (ricordiamolo, fonte primaria dell’informazione italiana) si raccolgono inevitabilmente frutti avvelenati: contratti di solidarietà, cigs, disoccupazione, esuberi, prepensionamenti e mancati pagamenti degli stipendi; fino ad arrivare, ed è stretta attualità, alla nascita di scatole societarie di ogni sorta, alle chiusure e ai licenziamenti.

IL VELINO E OMNIROMA – L’agenzia di stampa Il Velino – dove è appena cominciata la procedura per il licenziamento degli ultimi 15 giornalisti – non trasmette più da agosto scorso.

Per leggere l’articolo fai il login. Se non hai le credenziali, iscriviti GRATIS a Lo Specialista. Potrai consultare tutto il nostro archivio. E solo se lo vorrai, sempre GRATIS riceverai tutte le notizie in esclusiva appena pubblicate (SpeciAlert) e la Newsletter del sabato (SpeciaLetter) con una selezione delle notizie della settimana. Inserisci nome, cognome e mail, scegli l’username e crea una password. Buona lettura…