L’arpista bretone suonerà dal vivo i brani più suggestivi che lo hanno portato al successo e quelli del nuovo album a cui hanno collaborato artisti importanti tra cui Angelo Branduardi e Bob Geldof.

L’arpa non a tutti piace. Ma Alan Stivell, cantautore e arpista francese di celtic fusion, ne è il profeta. Per festeggiare i suoi 50 anni di carriera ha intrapreso un tour che sta per sbarcare in Italia: il 21 marzo a Roma (Auditorium Parco della Musica), il 22 a Mestre (Venezia, Teatro Corso) e il 23 a Morbegno (Sondrio, Auditorium Sant’Antonio). Nella storia è entrato nei primi anni Settanta con il leggendario album “Renaissance de la harpe celtique” (1970), disco che ha venduto un milione di copie. Ma non è da meno il recente disco “Human-Kelt” che gode della collaborazione di molti grandi esponenti della scena musicale internazionale, tra cui Angelo Branduardi, Bob Geldof, Yann Tiersen, Carlos Núñez, Francis Cabrel, Fautomata Diaware, Murray Head e Andrea Corr.