I Francesi chiedono una nuova assemblea straordinaria sul tema del voto plurimo.

“In piena presentazione dei palinsesti #tv autunnali arriva lettera di #Vivendi a #Mediaset: rifare assemblea straordinaria sul tema del voto plurimo”. Con un cinguettio @An_Bion segnala il pezzo scritto a quattro mani con Andrea Fontana su Il Sole24Ore di stamane. “A sorpresa Vivendi batte un colpo sul dossier Mediaset. Dopo circa tre mesi di silenzio e di assenza di contatti con Cologno Monzese, il gruppo francese – si legge – è tornato a farsi vivo e nella serata di ieri ha inviato a Cologno Monzese una richiesta urgente di convocazione dell’assemblea straordinaria degli azionisti Mediaset. La comunicazione, recita la nota, intima al consiglio di amministrazione di Mediaset di convocare in tempi rapidi i soci per votare l’annullamento delle delibere assunte ad aprile. In quella occasione furono adottate le modifiche allo Statuto sociale per introdurre il meccanismo del voto maggiorato che consente ai soci iscritti in uno speciale registro e titolari delle azioni per almeno due annidi esercitare diritti di voto superiori rispetto al numero di azioni possedute. La mossa, la cui efficacia scatta tra due anni, blinda di fatto il controllo del gruppo televisivo assegnando a Fininvest, dopo 24 mesi, il 61,28% dei diritti di voto se nessun altro chiederà o otterrà la maggioranza”.

Approfondimenti