Il giornalista Enrico Mentana.

Piange anche l’Auditel del Tg2 di Gennaro Sangiuliano. Mentre Giuseppina Paterniti con il suo Tg3 se la ride...

Il Tg1 (ore 20) di Giuseppe Carboni, il Tg2 (ore 20.30) di Gennaro Sangiuliano e il Tg5 (ore 20) di Clemente J. Mimun perdono ascolti. Il Tg3 (ore 19) di Giuseppina Paterniti invece cresce, così come rosicchia qualcosa anche Enrico Mentana con il TgLa7 (ore 20). E’ quanto emerge dalle elaborazioni dello Studio Frasi su dati Auditel. L’istituto diretto dal professor Francesco Siliato ha monitorato – per loSpecialista.tv – l’ascolto e lo share dei notiziari della sera dal 1 dicembre 2018 al 30 maggio 2019. Poi ha confrontato questi numeri con l’analogo periodo (dal 1 dicembre 2017 al 30 maggio 2018) dell’anno scorso in cui alla guida dei tg Rai c’erano altri direttori. Ecco quello che è emerso.

Il direttore del Tg3, Giuseppina Paterniti.

Il Tg1 ha registrato una media audience di 5.201.503 spettatori con share del 23,43%. Rispetto all’anno precedente perde 168.641 spettatori medi e lo 0,29% di share. Ma certo non ne approfitta il competitor Mediaset. Il Tg5, infatti, registra una media audience di 4.256.277 spettatori con share del 18,93%. E Mimun perde sull’anno precedente 147.796 spettatori e lo 0,28% di share. Chi invece, nella fascia delle 20 guadagna qualcosa è Mentana. Il suo TgLa7 registra una media audience di 1.252.169 spettatori con share del 5,58%. Quasi 20mila spettatori in media in più e +0,20% di share. Non si può certo dire che le cose vadano meglio al Tg2. In media registra un’audience di 1.376.146 spettatori con share del 6,53%. Ben 124 mila spettatori in meno, con -0,30% di share. Ma il dato più allarmante è che il notiziario di Sangiuliano lascia sul campo in un anno l’8,3% del suo pubblico, il 4,39% della sua quota d’ascolto e 502mila contatti. Chi infine può davvero festeggiare è il Tg3 della Paterniti. Alle 19 registra in media 1.971.270 spettatori con share dell’11,14%. Circa 55 mila spettatori guadagnati rispetto all’anno scorso e lo 0,41% di share. Evviva le donne…

Elaborazioni Studio Frasi su dati Auditel.

Approfondimenti