Canale istituzionale Rai: un doppione, e pure caro

- Roma
Il dirigente Rai, Fabrizio Ferragni.

Il cda ha manifestato perplessità sul progetto di Fabrizio Ferragni. E la palazzina a Montecitorio è troppo costosa...

Il nuovo canale istituzionale della Rai è nelle sabbie mobili. È sostanzialmente questo l’esito del cda del 5 marzo che ha trattato anche questo argomento. Da luglio 2019 del cantiere se ne occupa, su mandato dell’ad Fabrizio Salini, Fabrizio Ferragni, ex direttore relazioni Internazionali, Istituzionali e Comunicazione del Gruppo. Attualmente figura nella corporate con la strana dicitura “direttore (o funzione equivalente) dell’istituendo canale tematico istituzionale”. Ma il progetto sottoposto al board non convince per due motivi. Da una parte sembrerebbe un doppione delle strutture già esistenti, ovvero Rai Parlamento, Rai Quirinale e Gr Parlamento; e dall’altra sarebbe un doppione pure caro. A quanto apprende Lo Specialista, il budget sforerebbe i dieci milioni l’anno stanziati nel piano industriale. E solo la nuova sede – una palazzina in zona Montecitorio – costerebbe tra i 600 e gli 800 mila euro l’anno d’affitto. Insomma, Ferragni deve lavorare ancora: rivedere la mission editoriale – 8.760 ore di prodotto all’anno, di cui 4.015 ore in replica – rendendola compatibile con le strutture esistenti; e rivedere anche il budget…

Approfondimenti