Carlo Freccero: la mia Rai2 è “cresciuta dell’0,43% in prima serata”

- Roma
L'ex direttore di Rai2, Carlo Freccero.

Secca replica a Il Giornale in cui aggiunge “incremento su tutti i target pregiati commerciali”. E poi si firma direttore di Rai2. Magari Salini gli ha chiesto gli straordinari...

A Carlo Freccero, che ha appena lasciato la direzione di Rai2, non è piaciuto affatto il retroscena di Laura Cesaretti su Il Giornale del 28 novembre scorso. La collega fa un pezzo sulle nomine Rai e ad un tratto scrive: “L’unico a sloggiare sarà per ora Carlo Freccero, il cui contratto a Rai2 (che ha portato in pochi mesi ad una strepitosa debacle negli ascolti) scade per legge in questi giorni”. Un’affermazione – è la replica di Freccero pubblicata oggi – “completamente priva di fondamento e per questo evidentemente diffamatoria. La realtà è assolutamente contraria: ho trovato una rete poco illuminata, senza un’identità e un posizionamento e la mission che mi è stata affidata era quella di sperimentare e innovare a partire da risorse umane ed economiche già date. Nella fascia 21.30-23.30, che corrisponde alla prima serata di Rai2, la rete che dirigo – dal 1 gennaio 2019 al 26 novembre 2019 – (rispetto all’anno precedente) ha registrato un incremento di +0,43% di share. Se si entra nel merito della qualità dell’audience, si può riscontrare un incremento su tutti i target pregiati commerciali”. Lettera in cui Freccero ancora si firma direttore di Rai2. Magari l’ad Fabrizio Salini, che ha preso l’interim, gli ha chiesto gli straordinari. Gratis naturalmente…

Approfondimenti