Celentano è un flop, sia dal vivo sia a cartoni

- Roma
Adriano Celentano. Foto dal profilo Twitter @QuiMediaset.

Persi due milioni di audience rispetto allo show del Camploy. “Adrian Live” 3.869.000 spettatori con il 15.42% di share; il cartoon “Adrian” 1.859.000 spettatori e il 10,44% di share.

Adriano Celentano è tornato in prime time su Canale5, Fiorello con “VivaRaiPaly!” gli ha fatto sportivamente un assist mediatico, ma la lancetta dell’Auditel non ha tremato. “Adrian Live: questa è la storia…” è stato visto da 3.869.000 spettatori con il 15.42% di share; il cartoon “Adrian” si è accontentato di 1.859.000 spettatori e il 10,44% di share. Nel complesso, in 139 minuti, il “molleggiato” ha portato nella cascina di Cologno 2.798.634 spettatori con uno share del 12,77%. Un bel floppetto, insomma, considerando le aspettative e l’investimento fatto sulla produzione. Basti pensare che il primo show dal teatro Camploy di Verona, a gennaio scorso, è stato visto da una media di 5.997.000 spettatori e il 21.93% di share. Mentre i primi due episodi di “Adrian” ottennero una media di 4.544.000 spettatori e il 19.08% di share. E sappiamo come è andata a finire…

UNA TV DA CAMBIARE – Tra pause, bicchieri d’acqua e qualche sermone, Celentano ieri sera ha messo intorno a un tavolo gli uomini della televisione: Piero Chiambretti, Massimo Giletti, Carlo Conti, Paolo Bonoli e Gerry Scotti. E – sulle note dell’orchestra diretta da Fio Zanotti, immerso nella scenografia di Marco Calzavara – li ha bacchettati: “La televisione deve cambiare”; “più diretti, più schietti, fare meno complimenti, essere meno caramellosi”. Quindi qualche idea: “Una giuria che giudica la giuria”, meno culi, e basta con la gente che si parla addosso. Poi arriva Alessio Boni, è teatro e ci racconta la storia di Adrian l’orologiaio…

ORGOGLIO MEDIASET – Dati di ascolto che non sembrano abbattere i dirigenti Mediaset. “Celentano è tornato e ha illuminato Canale5 con la sua energia, il suo talento, la sua personalità” spiega il direttore di Canale 5, Giancarlo Scheri. “Fra i suoi show, ‘Adrian Live – Questa è la storia…’ svetta tra i più iconoclasti e visionari, e va ad aggiungersi ai tanti primati di un artista che ha sempre anticipato tempi e mode. Ieri, con Gerry Scotti, Piero Chiambretti, Paolo Bonolis, Massimo Giletti e Carlo Conti, ha parlato di Tv. Con Ligabue ha duettato. Con il cartoon, introdotto da un intenso Alessio Boni, ha messo a fuoco i suoi pensieri per salvare il Pianeta. Un inedito melting pot che ha reso Adrian Live un grande spettacolo. Un evento che la rete ammiraglia Mediaset ha regalato, con orgoglio, al suo pubblico”.

 

Approfondimenti