Chi è Fabrizio Salini

- Roma
L'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini.

Dal luglio 2018 è amministratore delegato della Rai. Nel suo piano industriale si parte dai contenuti.

Fabrizio Salini dal luglio 2018 è amministratore delegato della Rai. È nato nella Capitale nel 1966, ha una laurea in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma ed è considerato un grande conoscitore del prodotto televisivo che non a caso ha messo al centro del nuovo piano industriale del servizio pubblico che ridisegna in maniera orizzontale il Gruppo puntando sui generi e non sulle Reti. Ha lavorato a TeleMontecarlo, Fox Kids Italia, Multhitematiques Italia (società del gruppo Canal+) e Fox lnternational Channels ltaly. Nel 2011 il suo sbarco a Sky come direttore Entertainment e Cinema. Dopo una breve parentesi a Discovery, nel 2014 ritorna nel gruppo Fox. Nel 2016 diventa direttore del La7. Quindi l’approdo a Stand by me, società di produzione televisiva e multimediale indipendente, prima dello sbarco in Viale Mazzini.

Il suo pensiero sul futuro della Rai: Basta “sovrapposizioni di contenuti e spreco di risorse”, spazio all’“efficienza”, “massima autonomia” all’informazione e “maggiore serenità” sono le parole d’ordine di Salini. E sul palinsesto chiede “scelte più coraggiose”. Sulle nomine, poi, garantisce: “Il cda deve avere voce in capitolo”. Guardando alla governance dell’azienda, la vorrebbe “più snella” e con un mandato più lungo: “In tre anni che si può concludere?”. Certamente verrà ricordato per aver riportato Fiorello sulla Rai nell’autunno 2019 e per averlo spalmato su tutte le piattaforme: Internet, Radio e tv.

Approfondimenti