Sui social si trova inaccettabile la sfida tra Gay Pride e Family Day.

Deve ancora andare in onda, e già si è scatenata la polemica sui social attorno all’ottava edizione di “Ciao Darwin”, al via domani, venerdì 15 marzo, su Canale5. A dividere è l’annunciata sfida della seconda puntata, il 22 marzo, tra la fazione Gay Pride, guidata da Vladimir Luxuria, e quella Family Day, capitanata da Povia. C’è chi dice che è inaccettabile, chi che è un esperimento sociale specchio della realtà e poi, afferma qualcuno, “perché vi lamentate se quando hanno fatto italiani contro immigrati nessuna ha fiatato”? Ed ecco i social ricordare ancora che il programma non è ancora stato trasmesso. Certo è che, manuale “Ciao Darwin” alla mano, si cercherà il carattere dominante di due gruppi ben distinguibili che si proveranno in doti di coraggio, forza, intelligenza, prontezza, cultura, seduzione e simpatia, così come si è sempre fatto nelle sette edizioni precedenti, e ciò che renderà gustoso il programma, piaccia o non piaccia, sono le battute sagaci di Paolo Bonolis con la sua immancabile spalla Luca Laurenti.

I primi a sfidarsi saranno chic vs shock, con l’eleganza contrapposta alla stravaganza in un contesto quest’anno che parte dal romanzo di Stephen King “Terre Desolate” per esplorare gli scenari apocalittici verso i quali il nostro mondo sembra inesorabilmente avvicinarsi. Neanche l’iconica Madre Natura del programma sarà più la stessa: in tempi di cambiamento sarà diversa di puntata in puntata. Qualcuno annuncia sia stata arruolata, tra le altre, la modella Mariana Gelo… Comunque sia sarà un’avvenente donna che si passerà il testimone con altre sue simili…, ma staremo a guardare anche se, in un’epoca che grida novità, non arrivi anche un bel “Padre Natura”!

Approfondimenti