Corrispondenti Rai: Leonardo Sgura in Egitto, Piero Marrazzo in ferie

- Roma
Il giornalista Rai Piero Marrazzo. Foto dal profilo facebook.

Nominato un nuovo corrispondente da Il Cairo. Si chiude con dieci giorni di sospensione il “caso” sulla presunta gestione allegra della sede d’Israele.

Dopo lo scambio di sede New York-Pechino che ha visto protagonisti in pieno agosto Giovanna Botteri e Claudio Pagliara, nelle sedi di corrispondenza della Rai si è appena mossa un’altra casella. Leonardo Sgura, ex caporedattore centrale del Tg1 ed ex vicedirettore di Rai Parlamento, è il nuovo corrispondente della Rai dall’Egitto. Ha raggiunto, infatti, a Il Cairo Giuseppe Bonavolontà. In attesa di capire chi raggiungerà Alberto Romagnoli (capo sede) e Gavino Moretti a Bruxelles, si registra inoltre la chiusura del caso Piero Marrazzo, caposede a Gerusalemme (incarico che ricopre dall’estate 2015). Era stato sospeso dall’azienda in via cautelativa il 25 luglio scorso, mentre era stato licenziato il senior producer, un professionista italo-israeliano che da anni seguiva l’aspetto organizzativo (spostamenti, riprese, quindi la parte amministrativa) della sede d’Isreale. L’accusa? “Responsabilità dirette relative a irregolarità nella gestione amministrativa”. Ebbene, quel procedimento, partito da una lettera anonima arrivata a marzo scorso in Viale Mazzini che avvertiva sulla scomparsa di 15 mila euro, è chiuso e l’audit ha emesso l’ardua sentenza: sospensione di dieci giorni per Marrazzo, probabilmente per “omesso controllo”.

Nessuna responsabilità diretta, insomma, per il giornalista di 61 anni che attualmente – a quanto apprende Lo Specialista – risulta in ferie. Mentre Raffaele Genah, a lungo vicedirettore del Tg1, che ne ha preso il posto a Gerusalemme. Chi frequenta i corridoi del settimo piano è pronto a giurare che Marrazzo non tornerà a fare il corrispondente da Gerusalemme. Anzi che non tornerà proprio a fare il corrispondente. Ma in fondo sembra che avesse espresso il desiderio di tornare nella Capitale.

Tutte le sedi di corrispondenza della Rai –
1) Bruxelles: Alberto Romagnoli (capo sede), Gavino Moretti e una poltrona vacante;
2) Londra: Marco Varvello (responsabile) e Stefano Tura;
3) Berlino: Gennaro Pellino (responsabile) e Barbara Gruden;
4) Parigi: Alessandro Cassieri (responsabile), Iman Sabbah e Nicoletta Manzione;
5) Gerusalemme: Piero Marrazzo , Carlo Paris e Raffaele Genah (responsabile);
6) Il Cairo: Giuseppe Bonavolontà; Leonardo Sgura;
7) Istanbul: Lucia Goracci (responsabile) e Carmela Giglio;
8) New York: Claudio Pagliara (responsabile), Oliviero Bergamini e Dario Laruffa;
9) Mosca: Marc Innaro (responsabile) e Sergio Paini;
10) Pechino: Giovanna Botteri;
11) Nairobi: Enzo Nucci.