Dalla Clerici a Carolyn Smith: ecco le donne della tv per l’Azalea della Ricerca Airc

- Roma

Domenica 12 maggio volontarie tra i 20mila volontari nelle 3.700 piazze per rendere i tumori femminili sempre più curabili.

“Penso che se sono viva, e con me molte altre donne, è grazie ai progressi fatti dalla scienza e all’impegno dei ricercatori. Per questo ho scelto di scendere in campo al fianco di Airc. Durante i miei ricoveri ho anche incontrato donne che non ce l’hanno fatta, a volte donne ben più giovani di me. So che c’è ancora tanta strada da fare per battere gli ‘intrusi’ e per questo, in occasione della Festa della Mamma, invito tutti a regalare l’Azalea della Ricerca di Airc, un fiore prezioso per la salute di tutte le donne, un fiore prezioso per il lavoro dei ricercatori!”, così Carolyn Smith. “Domenica per la Festa della Mamma tutti noi possiamo fare un regalo davvero speciale: l’Azalea della Ricerca di Airc, l’unico fiore che sostiene la ricerca sui tumori femminili. Questa iniziativa ha permesso ai ricercatori di fare grandi passi avanti per la diagnosi e la cura dei tumori che colpiscono noi donne. Pensate che oggi l’87% delle donne colpite da tumore al seno è viva a cinque anni dalla diagnosi. Scegliete anche voi l’Azalea della Ricerca per festeggiare la mamma. Cercate i volontari nelle piazze delle vostre città, per sapere dove trovarli andate su airc.it!”, dice Antonella Clerici. Domenica 12 maggio 20mila volontari di Fondazione Airc scenderanno in 3.700 piazze per dare continuità ai progressi della ricerca attraverso la distribuzione di coloratissime azalee con le quali sarà possibile fare uno speciale regalo a tutte le mamme e a tutte le donne. Tante le donne del mondo della tv, dello sport e dello spettacolo scese in campo per sensibilizzare il pubblico sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca. Oltre a Carolyn Smith e Antonella Clerici, ci sono: Giulia Arena, Maddalena Corvaglia, Geppi Cucciari, Sofia Goggia, Margherita Granbassi, Justine Mattera, Benedetta Parodi, Geppi Cucciari.

Foto Guberti Federico
Carolyn Smith

Approfondimenti