Diritti Tv: Mediapro chiede 200 milioni alla Lega calcio

- Roma

Il gruppo spagnolo è stufo dei tentennamenti di Via Rosellini e non ha digerito la richiesta di danni per 450 milioni giunta a giugno.

Regalo spagnolo sotto l’albero di Natale della Lega calcio. Mediapro, infatti, ha presentato una richiesta di risarcimento per 200 milioni di euro. Sembra che il gruppo di Barcellona non abbia gradito i continui tentennamenti da parte di Via Rosellini in merito all’offerta di 1,3 miliardi a stagione per i diritti tv del triennio 2021-24 da trasmettere tramite un canale ad hoc della Lega Calcio. Alcuni presidenti della Serie A, infatti, avanzano dubbi sulla consistenza finanziaria (e sulle garanzie bancarie) del gruppo controllato dal fondo Orient Hontai Capital. Dubbi che starebbero creando un danno d’immagine. E ora Mediapro – che ha lasciato nella pancia della Lega anche 64 milioni dati in anticipo per il precedente bando – passa al contrattacco. Anche perché la Lega a giugno 2019 ha intentato una causa per 450 milioni. Ovvero la differenza tra quanto promesso dagli spagnoli e quanto poi hanno realmente incassato da Sky e Dazn. Mediapro nel frattempo non ha ancora rinnovato l’offerta formalmente scaduta lo scorso 30 novembre per assenza di una governance stabile. E a questo punto – nonostante l’elezione a presidente di Paolo Dal Pino – sembra assai improbabile che lo farà. Una buona notizia per Sky e Dazn che potranno partecipare al prossimo bando senza la spada di Damocle spagnola…

Approfondimenti