La giornalista di RaiSport, Cristina Caruso.

Si racconta di un violento litigio tra il vicedirettore Alessandra De Stefano e la conduttrice Cristina Caruso. Un altro caso per l’“ispettore” Salini...

“Carboni” ardenti al Tg1 dove tra il direttore e il suo vice, Angelo Polimeno Bottai, volano parole grosse. E venti di guerra anche a Beirut, come ha definito RaiSport l’ex direttore Gabriele Romagnoli. Tra le “confessioni religiose”, infatti, scoppiano faide e bombe a dimostrazione di un tasso di conflittualità rimasto altissimo. L’ultimo episodio – a quanto apprende loSpecialista.tv – sarebbe avvenuto martedì 23 aprile. Il vice direttore Alessandra De Stefano – davanti a testimoni – avrebbe imposto con toni aggressivi e perentori una sostituzione per una conduzione il 1 maggio alla giornalista Cristina Caruso. La Caruso – senza rifiutarsi – avrebbe chiesto un’e-mail utile al confronto con la line e per tutta risposta avrebbe ricevuto minacce – questa volta senza testimoni. Una brutta storia, finita con la Caruso in infermeria perché sarebbe stata colpita da un attacco di tachicardia per lo stress. Una vicenda ora nelle mani del Cdr di RaiSport, che il direttore Auro Bulbarelli starebbe cercando di smorzare ma che potrebbe finire dritta all’ufficio del personale Rai con tanto di relazioni scritte dei presenti al diverbio e un bel confronto all’americana davanti all’audit. Un altro caso, insomma, per l’ispettore Fabrizio Salini. Beirut non si smentisce…

Approfondimenti