Lo ha nominato il cda di Gedi Gruppo Editoriale scommettendo sulla sua "capacità di direzione" e sul suo "talento innovativo". Ringraziamenti per Mario Calabresi.

Tutto secondo copione nel cda di oggi di Gedi Gruppo Editoriale. Carlo Verdelli è stato nominato nuovo direttore del quotidiano la Repubblica. Prenderà il posto (sembra dal prossimo 20 febbraio) di Mario Calabresi che aveva impugnato il timone del giornale ad inizio 2016. “Il Consiglio di Amministrazione – spiega la nota Gedi – ha espresso il proprio ringraziamento al direttore Calabresi per l’impegno profuso nel corso del suo mandato, in un contesto di mercato senz’altro difficile e sfidante. Carlo Verdelli assume la direzione forte di una solida esperienza in ruoli di vertice in testate e realtà editoriali di rilievo, in cui si è distinto per capacità di direzione e talento innovativo. Il Consiglio di Amministrazione ha formulato a Carlo Verdelli i migliori auguri di buon lavoro e di successo”. Ringraziamenti a Calabresi anche dal cdr “per il lavoro svolto in questi tre anni alla guida di Repubblica” e un augurio di “buon lavoro al suo successore Carlo Verdelli”. I giornalisti chiedono all’editore “ogni intervento utile a rafforzare la testata in tutte le sue declinazioni”.

Verdelli, milanese, classe 1957, è reduce da un’esperienza poco fortunata in casa Rai. Il board di Viale Mazzini il 26 novembre 2015 lo aveva nominato direttore editoriale per l’offerta informativa. Lo scopo era quello di ridisegnare le news del servizio pubblico. Si è dimesso il 3 di gennaio 2017 dopo la bocciatura (senza voto) del suo Piano Verdelli da parte proprio del settimo piano di Viale Mazzini.