Sulla rete di Carlo Freccero, invece, la Roma e l’Inter. Dalle semifinali tutte le gare solo sull’ammiraglia.

Archiviati – senza sorprese – gli ottavi di finale, dal 29 gennaio la Coppa Italia entra nel vivo, e in Viale Mazzini – che ha acquistato i diritti tv per le tre stagioni 2018-2021 con un assegno da 105 milioni – si aspettano che l’asticella dello share voli oltre i 5 milioni. Anche perché tutte le teste di serie sono rimaste in gara. La Lega calcio ha appena ufficializzato il calendario dei quarti: il 29 gennaio (ore 20.45 su Rai1) Milan-Napoli; il 30 gennaio (ore 17.30 su Rai2) Fiorentina-Roma; sempre il 30 gennaio (ore 20.45 su Rai1) Atalanta-Juventus; e infine il 31 gennaio (ore 21 su Rai2) Inter-Lazio.

Quattro big match che annunciano share, divertimento e anche una buona raccolta pubblicitaria per Viale Mazzini. A partire dalle semifinali (due a febbraio e due ad aprile, non più in gara secca) la Coppa Italia diventerà invece un’esclusiva dell’ammiraglia. Il tutto per una galoppata che porterà alla finale di Roma del 15 maggio. L’ultima finale tra Juventus e Milan ha sfondato il muro dei 10 milioni di audience.