Editoria: entro ottobre il quotidiano di Mentana avrà 20 praticanti

- Roma

L'annuncio su Facebook. Tra le centinaia di curricula, “mitraglia” sceglierà anche alcuni profili con mansione di corrispondente o collaboratore.

Tra stasera (e stanotte) 230 giovani riceveranno una mail personale da Enrico Mentana che spiega che sono stati selezionati “per un colloquio che avverrà di persona o via Skype/Facetime/Whatsapp”. Lo annuncia Enrico Mentana su Facebook. “Venti di loro saranno assunti da novembre col contratto di praticante e altri avranno un rapporto da corrispondente o collaboratore. Scriverò a tutti gli altri un messaggio di ringraziamento. Non vi mollo, se avessi potuto avrei fatto qualcosa per tutti i 15mila candidati e per gli altri giovani messi ai margini da un sistema bloccato, da una politica miope e dall’egoismo delle generazioni precedenti: ma del resto il giornale anche di questo dovrà parlare”. Prende corpo, dunque, il “quotidiano digitale” annunciato da qualche mese dal direttore del TgLa7. Un quotidiano “realizzato solo da giovani regolarmente contrattualizzati, magari con la tutela redazionale di qualche ‘vecchio’ a titolo amatoriale (ribaltando la logica dello stage!) che possa riaprire il mercato della scrittura e della lettura giornalistica per le nuove generazioni”. Chi paga? “Di mio ci metterò una parte del finanziamento – ha precisato Mentana – e il contributo quotidiano di scritti che fino a oggi ho postato su Facebook. Se con contributi economici e pubblicità si reggerà, bene. Se – come inevitabile almeno all’inizio – sarà in passivo, ci penserò io. Se – come spero – diventerà profittevole, tutto l’attivo sarà usato per nuove assunzioni e collaborazioni”.