Elezioni: lo share premia Vespa, ma ora dovrà guardarsi da Zoro

- Roma

Lo “Speciale Porta a Porta” domina la seconda serata. Non decolla Porro a reti unificate. E Mentana si difende grazie alla “maratona”.

Exit poll, collegamenti col Viminale e coi quartier generale dei partiti, interviste, commenti. Alla chiusura delle urne per le Elezioni Europee la tv ha steso il tappeto rosso alla politica. Anzi, il tappeto verde, considerando il risultato con il quale la Lega di Matteo Salvini ha ribaltato i rapporti di forza nell’esecutivo sfondando il muro del 30%, con i 5Stelle di Lugi Di Maio in netto calo e superati dal nuovo Pd di Nicola Zingaretti. Un racconto segnato da alcune scelte curiose che l’Auditel non ha dimostrato di gradire. Sull’ammiraglia Rai la voce grossa l’ha fatta lo “Speciale Porta a Porta” di Bruno Vespa: è stato visto da 1.894.000 spettatori, con il 15,7% di share. Strano che in Viale Mazzini abbiano deciso di controprogrammare il “Salotto buono” sia su Rai2, sia su Rai3. Inevitabile la débâcle di share. Solo 274mila, con uno share del 4%, i telespettatori che hanno seguito lo “Speciale Tg2”; mentre quelli che hanno scelto l’approfondimento del Tg3 sono stati 411mila, con uno share del 3,4%.

Nicola Porro

Davvero anomala, poi, la scelta di Mediaset che ha mandato a reti unificate su Canale5 e Rete4 “Matrix” di Nicola Porro: 996.000 spettatori totali (7.87% di share attiva). Magari bastava stare su una Rete e provare ad intercettare altri target. Solita maratona per Enrico Mentana, infine, su La7. La prima parte della trasmissione (22.34 – 02.00) ha fatto segnare il 12.17% di share con 1.578.807 telespettatori medi. Stasera, in prima serata, si torna a parlare di politica in tv per commentare i dati ufficiali, compresi quelli riguardanti il voto in Piemonte e nei Comuni. Su Rai1 (questa volta Rai2 e Rai3 lasciano il passo) torna “Speciale Porta a Porta” con Vespa. Porro fa il bis solo su Rete4 con il suo “Quarta Repubblica”. E su la7 spunta “Propaganda live, speciale elezioni”. E chissà che Diego Bianchi, in arte Zoro, Makkox e il resto della combriccola non riescano a mettere in difficoltà il “Terzo Ramo del Parlamento”. Dimenticavo, in studio con Zoro c’è Mentana…

Approfondimenti