Febbre e difficoltà respiratorie per Lucia Annunziata

- Roma

La giornalista è ricoverata allo Spallanzani di Roma. Attende l’esito di un tampone ma la tac è covid compatibile.

Febbre alta, difficoltà respiratorie. Lucia Annunziata – ricoverata all’ospedale Spallanzani di Roma – è in attesa che un tampone dia la conferma. Ma la Tac che le hanno fatto è compatibile con i malati covid19. Un altro volto noto dell’informazione televisiva italiana, dopo Nicola Porro, potrebbe dunque aver contatto il virus che ormai da settimane ha messo in ginocchio il Paese. Ma quella della giornalista Rai potrebbe anche essere una polmonite bilaterale interstiziale. E per lei, a distanza di sette anni, potrebbe essere una ricaduta.

E’ lei stessa a raccontarlo in un’intervista comparsa sul settimanale F. “Nel 2012 – racconta la conduttrice di ‘Mezz’ora in più’ – ho avuto una polmonite interstiziale, la stessa malattia provocata da questo virus. E stato terribile. Ho dovuto prendere farmaci per due, tre anni, ma ricordo che ho sempre avuto fortissima la convinzione di poterla combattere”. Una convinzione che ora potrebbe non avere più. Ed è lei stessa ad ammetterlo. “Adesso mi sento totalmente indifesa, e credo che questa sensazione me la porterò dietro nel pezzo di vita che mi rimane”, spiega la Annunziata. “Contro il coronavirus siamo stati lasciati senza nessuna possibilità di difesa attiva. Prima di questa pandemia il pensiero diffuso era che scienza, denaro e tecnologia potessero risolvere ogni problema. Adesso ci sentiamo in balia del destino”. Ora in prima linea contro il destino c’è anche lei. Forza Lucia…

Approfondimenti