Fiorello. Foto dal profilo Twitter.

Lo showman si scaglia contro il Gruppo Gedi “che fa capo a De Benedetti quindi al Pd e ha tutto l'interesse a buttare benzina sui vertici di Viale Mazzini”.

Prima le indiscrezioni sul suo futuro cachet: “Diciassettemila euro per due minuti”. Quindi la descrizione del suo stato d’animo “furibondo” e infine la sentenza: “Fiorello rinuncia”. Negli ultimi giorni su la Repubblica, la Stampa e sul Secolo XIX non sono mancate le notizie sulla trattativa tra lo showman e Viale Mazzini in vista di un suo eventuale ritorno su Rai1. E la cosa Fiorello non l’ha gradita affatto. E oggi – in una storia su Instagram – prima l’affondo contro il Gruppo Gedi “che fa capo a De Benedetti quindi al Pd e ha tutto l’interesse a buttare benzina sui vertici Rai”. Poi l’annuncio: “Da domani ricomincio le trattative con la Rai”. “Il mio stato d’animo è che mi piacerebbe andare alla Rai ma abbiamo parlato di progetti non di compensi. Lo farei anche gratis ma non si può per motivi assicurativi”. “Non è vero, non ho rinunciato al ritorno in Rai, anzi…”

Approfondimenti