Il primo spettacolo teatrale dell’artista, “Millevoci Tonight Show”, approda con successo a Roma.

Francesco Cicchella sorprende, piace e convince. Napoletano doc, tra le colonne portanti della comicità di “Made in Sud”, approda a Roma, alla Sala Umberto (dove resterà in scena fino a domenica 19 maggio), con il primo spettacolo teatrale, “Millevoci Tonight Show”, e si conferma un puro talento. Strizzando l’occhio nel titolo allo storico varietà di Rai1 “Milleluci” e al contemporaneo “Tonight show” americano, costruisce uno spettacolo coinvolgente ed esilarante, trasformando il teatro in un’arena musicale e spassosa al tempo stesso. La fedelissima spalla Vincenzo De Honestis si fa presentatore della carrellata di “ospiti” (le sue parodie): dai cavalli di battaglia – Massimo Ranieri, Michael Bublé, Gigi D’Alessio – a novità come l’“intervento” di Toni Servillo. Cicchella in scena gioca di ricordi fantasiosi, e fa capriole reali e di voci, regalando anche bellissimi camei non dichiarati, quasi omaggi, come quelli all’indimenticato Massimo Troisi e ad Alessandro Siani, che di questo spettacolo ha la supervisione, mentre la regia è di Gigi Proietti. A rendere completo lo show la presenza di due giovani e bravi performer, Ciro Salatino e Giovanni Quaranta, nei panni di due attrezzisti che approfittano di ogni momento utile per dare sfogo alle loro velleità artistiche, oltre all’accompagnamento dal vivo della band del maestro Paco Ruggiero (tastiere), composta da Emilio Silva Bedmar, Chiara De Girolamo (bellissima voce, si presta anche a fare da attrice), Arturo Caccavale, Sebastiano Esposito, Gino Giovannelli, Umberto Lepore ed Elio Severino. Sul palco Cicchella è generoso con tutti gli artisti che lo accompagnano e col pubblico. È un virtuoso trentenne che ha la bellezza e la voglia di divertire e divertirsi, e che ha tantissimo da dare al mondo dello spettacolo italiano. Se la tv gli ha dato la notorietà, il teatro lo sta consacrando ad artista con la “a” maiuscola.