Gad Lerner torna in tv “Nella difesa della razza”

- Roma

L’anchorman indagherà – ogni domenica in prime time su Rai3 - i meccanismi che dal pregiudizio etnico conducono alla discriminazione e alla persecuzione delle minoranze.

Noi e gli ebrei, noi e gli africani, noi e gli arabi, noi e gli zingari, noi e i cinesi, e infine il razzismo contro gli italiani. Si snoderà in sei puntate il viaggio “Nella difesa della razza” di Gad Lerner. Un viaggio rischioso, guardando all’Auditel, visto che il programma andrà in onda nel prime time della domenica. Ma per il direttore Stefano Coletta non è da questi particolari che si giudica un conduttore… “Dal 22 aprile al 27 maggio – ha spiegato Coletta nella conferenza stampa di Milano – faremo un percorso non solo sul concetto di razza ma anche su quello di difesa. Questo è un programma di cui vado molto fiero e la scelta di metterlo in prima serata credo rientri perfettamente in quel che io intendo fare per Rai3”. L’obiettivo? “Far riflettere anche un solo un ragazzo sui propri pregiudizi razziali”. Un obiettivo, insomma, da servizio pubblico.

Nella prima puntata si partirà da Noi e gli ebrei, ottant’anni dopo le leggi razziali promulgate dal regime fascista nel 1938. Lerner indagherà i meccanismi che ancora oggi dal pregiudizio etnico e conducono alla discriminazione e alla persecuzione delle minoranze. Ogni puntata giocherà sul modello noi italiani e loro stranieri. Il programma è di Gad Lerner e Laura Gnocchi,  con Francesco Esposito e Liviana Traversi. La Regia è di Stefano Obino.

Approfondimenti