Giorno del Ricordo: “Red Land” deve accontentarsi di Rai Movie

- Roma

“Rosso Istria”, di Maximiliano Hernando Bruno, trasmesso su una rete tematica.

Il 10 febbraio, il Giorno del Ricordo dal 2004 per conservare e rinnovare la memoria del dramma dell’esodo giuliano-dalmata (250 mila esuli) e delle migliaia di vittime delle Foibe. Un ricordo che per la Rai – a giudicare dalla collocazione del film “Rosso Istria” – appare un pochino sbiadito. L’anno scorso il film drammatico “Red Land-Rosso Istria” in prima visione tv assoluta (di Maximiliano Hernando Bruno, coprodotto da Rai Cinema, è interpretato da Selene Gandini, Franco Nero, Geraldine Chaplin) fu trasmesso in prima serata su Rai3 l’8 febbraio. Andò contro la “corazzata” Sanremo e registrò solo 871 mila spettatori e il 3,7 per cento di share. Quest’anno non andrà in onda contro l’Ariston ma dovrà accontentarsi del prime time di Rai Movie domenica 9 febbraio. Il film racconta l’orrore della furia anti-italiana e delle vendette titine nelle terre di Istria e Dalmazia attraverso la figura di Norma Crosetto, giovane studentessa universitaria istriana sequestrata, violentata, uccisa dai partigiani jugoslavi e il suo martoriato corpo gettato nella foiba di Villa Surani.

Approfondimenti