Il fenomeno Carl Brave conquista, oltre 25.000 fan a Rock in Roma

- Roma

Sul palco tanti duetti, tra questi anche quello con Elisa e Max Gazzè.

Le sue canzoni sono leggere e dirette ad un pubblico di liceali. Quasi trentenne descrive la vita tra i banchi di scuola non con la malinconia di una “Notte prima degli esami” ma con la freschezza di chi alla lavagna va ancora per le interrogazioni. È davvero un fenomeno Carl Brave che a Rock in Roma sabato 13 luglio ha raccolto oltre 25mila fan, tutti in delirio per lui. Durante il concerto tanti i duetti: c’erano Frah Quintale e Luchè, ma anche Elisa (entrata con lui in vespa sul palco) e Max Gazzè. Nel suo spettacolo la forza sono i visual che ritraggono l’artista e la sua band sotto forma di cartoni animati con protagonista principale la città di Roma.

Qual è il segtreto del successo di Carl Brave? Essere un cantautore, un produttore, ma soprattutto una grande mente del marketing capace di afferrare le corde emozionali, soprattutto dei più giovani.

Approfondimenti