Il nuovo canale in inglese della Rai prodotto a Monza?

- Roma
MONICA MAGGIONI NELLA FOTO AGI PER UFFICIO STAMPA RAI

L’indiscrezione è firmata Associazione Rai Bene Comune-IndigneRai. E dietro la scelta di RaiCom ci sarebbe la “Monica di Monza”.

RaiCom, il braccio commerciale della Rai, non bada a spese. E per produrre il nuovo canale in inglese avrebbe scelto degli uffici nel parco di Monza. Lo rivela un post su Facebook dell’Associazione Rai Bene Comune-Indignerai. “Si vocifera – si legge -che il canale verrebbe realizzato nell’ex centro di controllo di RaiWay nel parco di Monza, accollandosi affitti onerosi per spazi che prima di poter essere utilizzati andrebbero totalmente trasformati per essere adattati alla produzione televisiva”. Quindi qualche domanda: “1) Quali sono le reali ragioni che portano un canale così importante per il Servizio pubblico ad essere ‘subappaltato’ ad una società con fini esclusivamente commerciali? 2) Perché non favorire la realizzazione tecnica e messa in onda del canale in centri di produzione come Torino e Napoli che attualmente sono sottoutilizzati? 3) Chi sta gestendo la realizzazione tecnica e editoriale di questo canale? 4) Chi sta sostenendo i costi per finanziare il progetto? 4) Chi sarà praticamente a lavorare per la produzione? Personale della Produzione TV? Giornalisti interni? 5) Le voci sul progetto Monza sono fondate e la questione è definitivamente chiusa o c’è ancora la possibilità che un ripensamento faccia modificare questo progetto strampalato facendo rientrare la produzione del canale in lingua inglese sotto la diretta competenza Rai?” Quindi la chiosa: “Proprio non riusciamo a mandar giù questo beverone indigesto composto da un canale Tv prodotto da RAI COM, realizzato probabilmente in un cespite ex RAIWAY, con personale forse RAI, finanziato con SOLDI PUBBLICI per PROFITTI PRIVATI”. “Questo cocktail velenoso rischia di sbronzare la RAI facendole perdere l’equilibrio e finire sotto al tavolo e come direbbero gli inglesi: RAI IS FINIT SOTT D TEIBOL !!”