La serie di acquisizione più vista di sempre, e terzo posto assoluto dopo le serie originali “Gomorra” e “The Young Pope”.

Fan arrabbiati per il finale de “Il Trono di Spade” (spoiler: perplessi per quello che è stato battezzato una sorta di “governo tecnico” a guida del Trono dei Sette Regni, senza nessun colpo di scena da brivido fra cruente battaglie e tanta epicità come da premesse), ma Sky porta a casa un buon risultato: l’ultimo episodio, trasmesso in versione originale sottotitolata in contemporanea con gli Stati Uniti alle 3 nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 maggio su Sky Atlantic, e riproposto in serata sullo stesso canale e disponibile on demand, è stato visto nel complesso da oltre 1 milione 71 mila spettatori medi, in crescita del +23% rispetto al finale della settima stagione (che era stato visto in v.o. da 871 mila).

Questo dato conferma “Il Trono di Spade” come la serie di acquisizione più vista di sempre su Sky, al terzo posto assoluto dopo le serie originali Sky “Gomorra – La serie” (la quarta stagione, in onda al venerdì, è stata vista in media da 863 mila spettatori, nei sette giorni sono stati ben 1 milione 664 mila gli spettatori medi che hanno visto la serie) e “The Young Pope” (nel 2016 la prima stagione chiuse con una media di 603mila spettatori ogni venerdì, ora Paolo Sorrentino è al lavoro per la seconda serie con new entry eccellenti nel cast, tra questi John Malkovich, Sharon Stone e Maryln Manson).

La stagione finale della serie targata HBO e tratta dal ciclo “Cronache del ghiaccio e del fuoco”, la saga di George R. R. Martin, nella sua versione originale sottotitolata, chiude quindi con una media di 902 mila spettatori nel primo giorno di messa in onda, in crescita del +53% rispetto alla media della 7ª stagione (590 mila). Il solo passaggio alle 3 di notte (dato Auditel, Live+Vosdal) è stato seguito da 569 mila spettatori medi con una share del 30%. Di questi, ben 115 mila spettatori medi (dato Auditel, Live) lo hanno seguito “in diretta” portando Sky Atlantic ad essere a quell’ora il 1° canale nazionale sul totale individui con l’8% di share live, il 1° canale nazionale tra il pubblico 15-54 anni (12,1% di share live) e il canale più visto della piattaforma.

Complessivamente, sono circa 2 milioni 100 mila gli spettatori medi (in crescita del +30% rispetto alla scorsa stagione) che hanno seguito l’intera stagione finale in versione originale e doppiata nei sette giorni. Di questi, la maggior parte (circa il 70%) ha scelto di vederlo in versione originale, una quota superiore rispetto a quella registrata nella precedente stagione (60%).

Successo in Italia anche sui social con 170.200 interazioni complessive nell’intera giornata dell’episodio finale e un totale superiore a 1 milione 200 mila interazioni per l’intera stagione finale (dal 14 aprile al 20 maggio, fonte Nielsen Social).

L’ultimo episodio – insieme a tutte le stagioni del “Trono” al completo della serie più premiata di sempre (47 Emmy Awards all’attivo e più di 190 premi vinti) – sarà sempre disponibile on demand su Sky.

Approfondimenti