L'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini.

L’ad Rai, Fabrizio Salini, ha incontrato stamane lo showman. Prosegue la trattativa sul progetto che avrà al centro la piattaforma streaming.

La Rai vuole aumentare (e rendere più accattivante) la propria presenza su Internet. Vuole raggiungere il target pregiato dei millennials e immaginare una produzione che sia nativa digitale. E chi meglio di un fuoriclasse come Fiorello per mettere in piedi un progetto di snack tv su RaiPlay? Non a caso – a chiusura di tutte le polemiche sul cachet circolate in questi giorni sulla stampa – l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, questa mattina ha incontrato Fiorello “per proseguire a parlare del progetto che avrà al centro la piattaforma RaiPlay. Il progetto – spiega una nota dell’Azienda – in linea con gli obiettivi della nuova Rai, è il primo multipiattaforma e la sua realizzazione è prevista per l’autunno 2019”.

“Stiamo lavorando da settimane costruttivamente con Fiorello per riuscire a realizzare questo contenuto ambizioso e innovativo per la Rai – ha dichiarato Salini-. Nella Rai del futuro che stiamo costruendo, RaiPlay è la vera piattaforma di servizio pubblico, un canale che acquisirà sempre più centralità. Il progetto con Fiorello può essere un volano formidabile nel modo in cui sarà pensato, realizzato e distribuito. Non vediamo l’ora di iniziare, l’atmosfera è di grande sintonia e ringrazio Fiorello per l’entusiasmo che condivide con noi e che ci spinge a realizzare un progetto che solo fino a pochi mesi fa sarebbe stato per la Rai un sogno impossibile”.

Approfondimenti