In arrivo 1,3 miliardi per le connessioni a banda ultra larga

- Roma

Approvata in commissione Trasporti la risoluzione della Lega: 600 milioni di voucher per il 2020 e 700 milioni per il 2021 per connessioni ad almeno 100 Mbps.

Voucher, incentivi e sconti per l’attivazione di servizi di connessione alla Rete internet ad almeno 100 Mbps in download; e da destinare in primis ai cittadini e alle Pmi attualmente senza collegamento alla banda ultralarga. Sono i due impegni indirizzati al governo dalla commissione Cultura della Camera che oggi ha approvato un’apposita risoluzione presentata dalla Lega. Un intervento reso necessario dal ritardo infrastrutturale che si registra in Italia. Nonostante gli obiettivi del Piano strategico Banda Ultra Larga italiano preveda ben l’85% della popolazione raggiunta entro il 2020 da un’infrastruttura capace di garantire connettività ad almeno 100 Mbps, la situazione è ben diversa. La copertura in Italia con tecnologie che abilitano connessioni ad oltre 100 Mbps è pari al 22%, rispetto ad una media europea del 58%. La penetrazione della banda larga fissa sopra i 100 Mbps è al 5% delle abitazioni rispetto ad una media europea intorno al 15%. Scorrendo la risoluzione si capisce che i fondi arriveranno da una delibera Cipe che nel 2017 ha assegnato al ministero dello Sviluppo economico ben 1,3 miliardi di euro a sostegno della domanda di servizi di connettività a banda ultra larga (600 milioni di euro per il 2020 e 700 milioni per il 2021) a favore dei clienti finali.

LA SODDISFAZIONE DEL CARROCCIO – “Sbloccati 1,3 miliardi di euro per lo sviluppo della banda ultra larga. Per la Lega, doppia soddisfazione. La nostra risoluzione in commissione Trasporti è stata approvata e condivisa anche dalla maggioranza. Finalmente misure concrete per sostenere un modello di rete integrata in attesa da tanto, troppo tempo. Il Paese ha bisogno di risorse e non può più aspettare. Su questo saremo inflessibili. Ne va del futuro di milioni di italiani”, ha dichiarato il deputato della Lega Massimiliano Capitanio.

Approfondimenti