La Rai ci riprova, di nuovo in vendita il “grattacielo” di Torino

- Roma

Pubblicato oggi il bando. Base d’asta resta 7 milioni, ma scende da 3,5 milioni a 700 mila euro la caparra. Le offerte entro il 31 marzo 2020.

Ritenta, sarai più fortunato. La Rai rimette in vendita il “grattacielo” di via Cernaia a Torino. La prima asta – decisa dal cda Rai il 30 maggio scorso – è andata deserta. Ma un nuovo bando è stato pubblicato oggi “in considerazione – spiegano in Azienda – dell’interesse già manifestato da almeno quattro grandi società internazionali” che vorrebbero far diventare l’immobile un hotel con circa 300 camere. La base d’asta resta di sette milioni, ma scende da 3,5 milioni a 700 mila euro il deposito cauzionale. Una facilitazione che secondo il settimo piano dovrebbe agevolare sotto il profilo finanziario l’acquirente che dovrà far fronte a una lunga e costosa bonifica dell’edificio dall’amianto. Le offerte dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo 2020 alle ore 14. L’immobile di Via Cernaia 33 è stato sede fino al 2014 della Direzione Generale della Rai di Torino. L’edificio, realizzato nel 1966 su progetto di Domenico Morelli e Aldo Morbelli, è uno dei più alti e visibili nel capoluogo piemontese, con 19 livelli fuori terra, 3 piani interrati e 72 m di altezza. In totale ha una superficie di circa 28.600 mq.

Approfondimenti