La kermesse si terrà dal 30 giugno al 6 luglio, e la Apple sarà tra i protagonisti.

Dà una fotografia interessante del contrasto tra i valori conservatori anglo-australiani e le visioni del mondo portate dagli immigrati del dopoguerra, ma alla fine lascia l’amaro in bocca per una sceneggiatura priva d’intelligenza acuta e spessore emotivo per andare veramente a fondo dei personaggi e temi trattati, a partire dal gruppo di donne che lavorano in un grande magazzino di Sydney nel 1959. È la commedia “Ladies in Black” dell’australiano Bruce Beresford (“A spasso con Daisy”) che aprirà la 65esima edizione del Taormina Film Fest, che si svolgerà dal 30 giugno al 6 luglio 2019, una proiezione che sarà arricchita dalla presenza del regista, accompagnato dalle protagoniste Julia Ormond e l’emergente Angourie Rice. Sul grande schermo del Teatro Greco e nelle sale del Palazzo dei Congressi si avvicenderanno anteprime da tutto il mondo e tanti ospiti. Oltre al cast di “Ladies in Black” da segnalare la presenza del Premio Oscar Octavia Spencer (“The Help”), protagonista della serie originale “Are You Sleeping?”, nuova avventura televisiva della Apple, che segnerà per l’occasione il suo ingresso ufficiale come “produttore di contenuto” con il documentario “The Elephant Queen” e il film “Hala”, prodotto dall’attrice e regista Jada Pinkett Smith. Ad affiancare in giuria il presidente Oliver Stone, ci sono lo scrittore André Aciman, il compositore Carlo Siliotto e l’attrice Laura Morante.

Approfondimenti