Maurizio Costanzo

L'anchorman promuove l'accoppiata Mina-Amadeus per Sanremo. E a chi gli chiede cosa ne pensa del matrimonio, vero o presunto, di Pamela Prati? “Non me ne può fregare di meno”.

Maurizio Costanzo si confessa a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1. Quante persone ha intervistato nel suo ‘Costanzo Show’? “Avrò intervistato 45mila persone, una cittadina in pratica”. Una volta si diceva che quando si veniva intervistati da Costanzo si era diventati famosi. Oggi per chi vale questo ‘assioma’? “Se vai dal mio amico Fabio Fazio hai una bella occasione”. Il suo ‘tavolo’ ricorda un po’ il ‘Costanzo Show’…”Il tavolo di Fazio ricorda il programma ‘L’Acquario’, che feci dopo ‘Bontà Loro’”. Lei è amico di Fazio, al contrario di Matteo Salvini… “Il contratto a Fazio – ha detto Costanzo – lo ha fatto un Dg della Rai, non è che è andato lì con la pistola. Fa un programma che fa il 15% di share, a questo punto perché dovrebbe autoridursi un contratto firmato dalla Rai?” Cosa ne pensa del gossip del momento sul matrimonio, vero o presunto, di Pamela Prati? “Non me ne può fregare di meno”, ha ammesso. Quale sarà il prossimo progetto televisivo di Maurizio Costanzo? “A ottobre ricomincio il Costanzo Show. E poi ho dei progetti in Rai, come autore: sto studiando delle cose…”

“Se mi piacerebbe Mina come direttrice artistica di Sanremo? Assolutamente sì. Mi piacerebbe qualunque cosa purché esca da Lugano. La trovo molto intelligente, una grande artista, a Sanremo potrebbe fare bene. Sarebbe una iniezione di intelligenza”, ha aggiunto parlando con Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. Con Mina alla direzione artistica, chi vorrebbe vedere sul palco dell’Ariston a condurre la kermesse? “Amadeus. Sarebbe giusto, se lo meriterebbe”. A lei piacerebbe, invece, fare il direttore artistico del festival? “No, io andai solo una volta a Sanremo, per curare le conferenze stampa: è l’esperienza più stancante del mondo. Non vedevo l’ora di partire. E mia moglie, quando andò a co-condurre con Conti, lo stesso”.

Approfondimenti