Mediaset non può fondersi con la controllata spagnola

- Roma

Lo ha stabilito la Corte di Madrid che ha sospeso la delibera del 4 settembre scorso. Vivendi festeggia e a Cologno si preparano all’appello. Intanto il progetto MediaForEurope frena...

La delibera del 4 settembre scorso con la quale Mediaset Espana annunciava la fusione con Mediaset è sospesa. Lo ha stabilito stamane la Corte di Madrid accogliendo il ricorso di Vivendi (che contro quella fusione ha presentato ricorso). Si fa più complicato dunque il percorso di MediaForEurope, la nuova holding di diritto olandese (i francesi hanno aperto un procedimento anche in Olanda con udienza fissata al 16 ottobre prossimo e in Italia, qui secondo Il Sole24Ore l’udienza sarebbe il 30 ottobre) nella quale dovrebbero confluire tutte le attività del “Biscione” in alleanza con ProSiebenSat e altri broadcaster di rilievo. I francesi hanno il 28,8% del capitale Mediaset e da settembre vanno ripetendo che l’assemblea del 4 settembre scorso era “illegale”.

MEDIASET RICORRE IN APPELLO –
Vivendi – è la ferma presa di posizione di Cologno Monzese – non fermerà il progetto di espansione europea di Mediaset. L’odierna sospensione cautelare della delibera dell’Assemblea degli Azionisti Mediaset España verrà immediatamente impugnata con la certezza che nell’appello di merito saranno riconosciuti i vantaggi strategici e operativi ottenibili solo attraverso un’aggregazione societaria guidata da un management unitario e coeso con una visione chiara delle priorità strategiche e del modello di business capace di creare valore per tutti gli azionisti.

VIVENDI, nel frattempo, accoglie questa sospensione della corte di Madrid come una vittoria. “Il giudice – spiega un portavoce dei francesi – ha riconosciuto che il piano di fusione era stato imposto in modo abusivo da Mediaset e dal suo azionista di controllo Fininvest a svantaggio di tutti gli azionisti di minoranza; il giudice ha anche riconosciuto che tale fusione non risponde a una ragionevole necessità di business di Mediaset Espana”. Nel frattempo Mediaset fa sapere anche di aver ricevuto da Simon Fiduciaria S.p.A. (“SimonFid”) atto di citazione con cui si chiede di sospendere fino all’udienza l’esecuzione della delibera assunta dall’assemblea straordinaria di Mediaset del 4 settembre 2019. Insomma, un attacco su più fronti…