Michele Anzaldi: sbagliato chiedere trasparenza su cachet artisti Rai

- Roma
Il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi.

Il deputato di Italia Viva: “L’Usigrai doveva comunicare meglio questa stabilizzazione dei precari”. E Salini “mantenga promesse su autoregolamentazione agenti”.

La Vigilanza Rai si interroga sulla pubblicazione dei compensi degli artisti Rai; si chiede che fine abbia fatto l’autoregolamentazione sui rapporti tra produttori, agenti di spettacolo e artisti (compresi giornalisti e conduttori); e denuncia opacità nel bando per la stabilizzazione di 250 precari. Tanta carne al fuoco di San Macuto. Lo Specialista ne ha parlato con Michele Anzaldi, Segretario della Vigilanza e deputato di Italia Viva.

I CACHET DEGLI ARTISTI – Partiamo dalla risoluzione presentata da Giorgio Mulè. Il deputato azzurro chiede alla Rai massima trasparenza anche sui compensi di natura artistica nonché sulle situazioni di conflitto di interessi ad essi relative. C’è convergenza su questa risoluzione? “Per adesso no, per il semplice motivo che su questo argomento abbiamo già preso gli schiaffi nella precedente Legislatura. Ci aveva provato l’allora presidente della Vigilanza Roberto Fico, e arrivò un parere (Avvocatura dello Stato interpellata dalla presidenza del Consiglio, ndr) che disse che non si poteva fare perché si penalizzava la Rai nella concorrenza con i privati”. La Rai senza violare contratti e privacy, ed evitando di fare assist alla concorrenza, potrebbe indicare solo delle soglie generiche? “Abbiamo rimandato la discussione proprio per trovare una soluzione che metta tutti d’accordo e che possa essere approvata all’unanimità. Vedremo…”

I PRECARI – Sul bando dei precari Rai che va riscritto la convergenza c’è invece. “Sì, abbiamo chiesto a Fabrizio Salini di mandarci il capo del personale perché ci spieghi qual è la ratio di questo concorso”. l’Usigrai la considera un’ingerenza della Vigilanza. “Per evitare tutto questo bastava che il sindacato dei giornalisti spiegasse perché alcuni giornalisti professionisti precari sono ammessi al bando ed altri no. E se tutti a San Macuto hanno appoggiato questa risoluzione della Lega forse l’Usigrai qualche domanda se la dovrebbe fare… La verità è che questa stabilizzazione è stata comunicata male”.

GLI AGENTI – E l’autoregolamentazione sugli agenti? “Salini è venuto in Vigilanza a promettere che dai primi di gennaio questa autoregolamentazione sarebbe stata operativa. Barachini gli chiederà per iscritto se ha cambiato idea. E visto che ci si trova, Salini ci dica pure che senso ha fare un job posting interno per la ricerca di un nuovo caporedattore per la redazione Televideo. Testata che non esiste più…”

Approfondimenti