In una tv generalista in deficit di ascolti, nessuna puntata della serie ha ottenuto meno di 6 milioni di telespettatori.

Neanche alla “Piovra” di Michele Placido, andata in onda dal 1984 al 2001, era riuscito di tagliare il traguardo dei vent’anni come a “Il commissario Montalbano”. La serie tv, nata nel 1999 da un’idea del genio di Andrea Camilleri, da poco scomparso, prodotta dalla Palomar, con protagonista Luca Zingaretti nei panni di Salvo Montalbano, commissario di polizia della fittizia cittadina di Vigata, fu trasmessa all’inizio su Rai2 e, dato il successo, dal 2002 colora la prima serata di Rai1. Ad oggi questa fiction vanta 13 stagioni, suddivise in 34 episodi: il primo è “Il ladro di merendine”. In una tv generalista in deficit di ascolti, nessuna puntata della serie ha ottenuto meno di 6 milioni di telespettatori. In particolare, quella più vista in assoluto è “La giostra degli scambi” (12 febbraio 2018) con 11 milioni 386 mila telespettatori e il 45,1% di share. La top five degli episodi più seguiti procede così: “Come voleva la prassi” (6 marzo 2017) con 11 milioni 268 mila telespettatori e il 44,1% di share; “L’altro capo del filo” (11 febbraio 2019) con 11 milioni 108 mila telespettatori e il 44,9% di share; “Una faccenda dedicata” (29 febbario 2016) con 10 milioni 862 mila telespettatori e il 39,1% di share; e “Amore” (19 febbraio 2018) con 10 milioni 816 mila telespettatori e il 42,8% di share.

Tra le curiosità, “La gita a Tindari” ha ottenuto più pubblico in replica nel 2013, con 8 milioni 200 mila telespettatori, che nella prima visione del 2001, in cui aveva realizzato 7 milioni 300 mila telespettatori. La politica Rai per “Il commissario Montalbano” è di tutto pregio: non è mai stato riproposto in replica su Rai Premium, anzi le repliche – finora più di 140 in prima serata – vanno in onda con successo su Rai1. E non è solo un successo italiano. Tradotta in più di 15 lingue, la fiction è trasmessa in 67 Paesi: dall’Argentina all’Ungheria, passando per Iran, Gran Bretagna (qui nel 2016 è risultata addirittura tra i 10 programmi più visti) e Stati Uniti. Così la casa di Montalbano a Marinella, in realtà a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina, è meta di pellegrinaggio per molti fan non solo italiani, ma anche stranieri. Sulla scia positiva di tanti appassionati è nato anche un prequel, “Il giovane Montalbano” con Michele Riondino (in Italia in onda dal 2012 al 2015, due stagioni da sei episodi da 100 minuti), un bel prodotto, ma solo Zingaretti ha diritto a dire: “Montalbano sono!”.

Approfondimenti