Nomine Rai: Teresa De Santis a Salini: “ Non è finita qui”

- Roma
Il direttore di Rai1, Teresa De Santis.

E dal Nazareno schiumano rabbia contro l’ad: “Gliela faremo pagare cara”.

Ha subito un pressing asfissiante da parte dei partiti (Pd in primis) perché procedesse con le nomine. Ora che col nuovo anno si è deciso a muovere le prime caselle, l’ad Rai Fabrizio Salini non ha certo placato le ire del Palazzo. L’interpretazione dei giornali di stamane, infatti, è che si sia creato un nuovo asse M5S-FdI in Viale Mazzini. Con Lega e Partito Democratico (tra gli altri) sul piede di guerra. Due virgolettati, poi, lasciano capire il clima che si respira al settimo piano. Antonella Baccaro sul Corriere della Sera in un retroscena racconta dell’incontro tra Teresa De Santis, ormai ex direttore di Rai1, e lo stesso Salini. “Non è finita qui — avrebbe detto Teresa tirandosi dietro la porta dell’ufficio di Salini —. Forse non l’hai capito, ma io tengo duro dai tempi della Prima Repubblica…”. E chissà se il presidente Rai, Marcello Foa, ne terrà conto nel cda di oggi… Brutta, poi, anche la reazione del Pd. Mario Ajello su Il Messaggero racconta: “Dopo le elezioni in Emilia Romagna, se il partito di Zingaretti vince una delle prime cose che farà sarà chiedere la testa dell’ad. ‘Gliela faremo pagare cara’, schiumano rabbia al Nazareno”. Se questo caos è scoppiato con le Reti, chissà cosa accadrà quando arriveranno le nomine ai Tg e all’approfondimento. Ecco a voi la Rai del cambiamento, insomma, quella dei partiti fuori dai cancelli di Viale Mazzini…

Approfondimenti