Oltre 40 incontri al Festival di Dogliani per confrontarsi su tv e nuovi media

- Roma

Gli appuntamenti del mondo dei media e degli spettacoli da lunedì 29 aprile a domenica 5 maggio.

Lunedì 29 aprile – Alle ore 11 presso la Sala A della sede Rai di Viale Mazzini 14 in Roma, conferenza stampa di presentazione del III Master di scrittura seriale di fiction. Rai-Radiotelevisione italiana insieme ad APA – Associazione Produttori Audiovisivi – e al Centro Formazione in Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia inaugura la terza edizione del Master di scrittura seriale di fiction. Interverranno: Eleonora Andreatta, Direttore Rai Fiction; Giancarlo Leone, Presidente APA; Antonio Bagnardi, Direttore del Centro Formazione Giornalismo Radiotelevisivo. Al termine della presentazione e dopo la consegna delle borse di studio ai primi sette allievi selezionati, alle 11.45 circa, seguirà una lectio magistralis dello scrittore Francesco Piccolo.

Lunedì 29 aprile – Alle ore 11 alla Casa del Cinema di Roma, conferenza stampa di presentazione della prima edizione di Asylum Fantastic Fest. Saranno presenti: il Direttore Artistico Claudio Miani, il Sindaco di Valmontone Alberto Latini, l’Assessore alla Cultura della città di Valmontone Matteo Leone e alcuni ospiti del Festival tra cui: Alessandro Haber, Sergio Stivaletti, Marco Pollini, Annalisa Favetti e lo Zio Aigor Zombie Metropolitano di Roma.

Lunedì 29 aprile – Alle ore 11 presso il Cinema Principe, Viale Giacomo Matteotti, a Firenze, conferenza stampa del film “Non ci resta che ridere” in presenza del regista e del cast. A seguire, a partire dalle 12.30, avrà luogo la proiezione stampa.

Lunedì 29 aprile – Alle ore 14.30 presso Anica (viale Regina Margherita 286) in Roma, proiezione stampa di “Tutti pazzi a Tel Aviv” di Sameh Zoabi.Al cinema dal 9 maggio.

Lunedì 29 aprile – Dalle ore 16 alla Casa del Cinema di Villa Borghese in Roma, la Cineteca Nazionale ricorderà la carriera di Salvatore Samperi con una giornata a lui dedicata durante la quale saranno proiettati il film del 1968 “Grazie zia” (ore 16.00) e il film del 1972 “Malizia” (ore 17.45). A dieci anni dalla scomparsa, l’omaggio al regista veneto.

Lunedì 29 aprile – Alle ore 21 in Anica a Roma, anteprima stampa di “Red Joan” di Trevor Nunn con il Premio Oscar Judi Dench. È necessario l’accredito.

Martedì 30 aprile – Alle ore 12 in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma, conferenza stampa del concerto del Primo Maggio.

Martedì 30 aprile – Sarà presentato in anteprima assoluta, nell’ambito della decima edizione del Bifest – Bari International Film Festival, alle ore 17:00, presso la sala 1 del Multicinema Galleria di Bari, “L’amore a domicilio”, commedia scritta e diretta da Emiliano Corapi (già autore del pluripremiato Sulla strada di casa), alla presenza del regista e delle interpreti Miriam Leone e Anna Ferruzzo. Il film, che sarà presentato nella sezione Nuovo Cinema Italiano in Anteprima, prodotto da World Video Production con Rai Cinema, in collaborazione con Frame By Frame e Marvin Film, è interpretato anche da Simone Liberati, Fabrizio Rongione, Luciano Scarpa e Renato Marchetti e si avvale della fotografia di Vladan Radovic, del montaggio di Marco Costa, della scenografia di Luisa Iemma, dei costumi di Nicoletta Taranta e delle musiche di Giordano Corapi. Una replica della proiezione del film si terrà mercoledì 1 maggio alle ore 22 presso la sala 4 del Multicinema Galleria.

Martedì 30 aprile – Alle ore 17.30 c/o Mercato Centrale di Roma (via Giolitti 36), presentazione del disco tributo a Fabrizio De André, “Faber Nostrum”. Seguirà mini live di alcuni degli artisti che hanno preso parte al progetto.

Martedì 30 aprile – A Milano Assemblea degli azionisti de Il Sole 24Ore.

Mercoledì 1 maggio – Alle ore 18.15 al Multicinema Galleria 4 di Bari, in occasione del Bifest, si parla di film interattivi. Il 28 dicembre 2018 Netflix ha diffuso presso i suoi 135 milioni di spettatori web il film interattivo “Black Mirror: Bandersnatch”. Non era il primo film interattivo della storia ma certamente quello che ha fatto maggiormente parlare di sé per la vastissima platea raggiunta: in cosa consiste, come funziona, che reazione ha avuto il pubblico del film saranno tra i temi che verranno affrontati nel corso dell’evento speciale “In cammino verso il futuro. Il Cinema Interattivo”.

Giovedì 2 maggio – Ad Amboise – Chambord – celebrazioni del 500esimo anniversario della morte di Leonardo da Vinci alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.

Giovedì 2 maggio – Alle ore 11.30 presso la Fondazione Memmo (Via Fontanella Borghese 56/b), anteprima stampa di Romance, personale dell’artista franco-marocchina Latifa Echakhch, a cura di Francesco Stocchi. Vernissage: 2 maggio, ore 18. La mostra sarà aperta al pubblico dal 3 maggio al 27 ottobre 2019.

Giovedì 2 maggio – Alle ore 12.30 presso la sala Alessi del Comune di Milano (Piazza Della Scala), conferenza stampa di OnDance, la festa della danza di Roberto Bolle.

Giovedì 2 maggio – Alle ore 18.30 presso la Sala Anica di Roma, proiezione stampa di “Quando eravamo fratelli” di Jeremiah Zagar, tratto dal romanzo “Noi, gli animali” di Justin Torres. È necessario l’accredito.

Giovedì 2 maggio – Alle ore 19 presso M77 Gallery di Milano (via Mecenate 77), in occasione della mostra “Vedute” di Velasco Vitali, presentazione della XV edizione del Festival Internazionale “Musica sull’Acqua“.

Giovedì 2 maggio – Fino all’8 maggio torna a Roma, al Cinema Farnese di Campo dè Fiori, il Festival del Cinema Spagnolo, diretto da Iris Martin-Peralta e Federico Sartori e giunto alla sua dodicesima edizione. La manifestazione dedicata al cinema spagnolo e latinoamericano di qualità riflette la varietà di generi e di tematiche che da anni contraddistingue il cinema spagnolo: dallo sguardo sulla Storia e sul sociale, alle dittature latino-americane degli anni Settanta e Ottanta ai diritti Lgbt e ai temi di più scottante attualità, con ampio spazio dedicato a opere prime e seconde e a registe donne. L’inaugurazione della kermesse, giovedì 2 maggio alle ore 21, vedrà la proiezione in anteprima italiana di “Yuli”, lungometraggio di Icíar Bollaín (“Te doy mis ojos”; “También la lluvia”; “El olivo”), alla presenza della stessa regista. Il film, che sarà distribuito in autunno in Italia da Exit Media, ha vinto il premio come Miglior Sceneggiatura all’ultimo festival di San Sebastian per Paul Laverty. Arricchito da coreografie cariche di lirismo, Yuli ruota intorno all’incredibile parabola di Carlos Acosta, in arte Yuli, una leggenda vivente della danza che da piccolo si rifiutava di ballare. Obbligato dal padre che vuole dargli un’opportunità per lasciare una Cuba attanagliata da decenni di embargo, giunge al successo mondiale diventando un performer paragonato a miti quali Nureyev e Baryshnikov.

Giovedì 2 maggio – Alle ore 21 in Piazza Umberto I a Dogliani (Cuneo), incontro “Le parole del Festival. Dalla trasmissione di Rai3 al palco di Dogliani” con Massimo Gramellini e Andrea Malaguti, in occasione del via al Festival della Tv e dei Nuovi media, nato da un’intuizione di Carlo De Benedetti e la cui ottava edizione si terrà fino a domenica 5 maggio. Si parlerà di trasmissioni di successo e nuovi esperimenti di comunicazione, media tradizionali e quelli più innovativi, volti che hanno segnato la storia della televisione italiana e giovani che aprono nuovi scenari nel panorama della comunicazione. Dogliani si trasforma in un laboratorio nazionale in cui pensare e discutere la televisione di oggi e quella del futuro, diventa il centro del nuovo universo dei media, un paese-antenna animato da incontri e dibattiti che mettono a confronto diverse generazioni di Tele-protagonisti, Tele-visionari e Tele-dipendenti per progettare, a partire dalla televisione di oggi, la televisione di domani. Il racconto dei backstage delle più importanti carriere televisive s’intreccia con altre storie del mondo dei media: dal percorso che porta un’idea a diventare un format e poi una trasmissione fino ai più piccoli esperimenti che si misurano con i social network, gli smartphone, i tablet, le Web Tv e lo stile comunicativo in una società connessa 24 ore su 24. I case history delle trasmissioni più influenti e innovative permettono di capire le sperimentazioni in atto e il percorso che conduce alla convergenza fra vecchi schermi e nuovi dispositivi interattivi, nel passaggio epocale da una televisione soltanto guardata a una più partecipata. Un Festival accessibile e gratuito che porta in Piazza Umberto I e in Piazza Carlo Alberto le grandi questioni della comunicazione contemporanea multipiattaforma, grazie alla combinazione di incontri dedicati all’attualità, all’approfondimento, all’inchiesta, alla cultura e all’intrattenimento. In tutto sono 156 gli ospiti che si confronteranno in oltre 40 incontri dedicati ad attualità, approfondimento, inchiesta, cultura e intrattenimento, legati dal tema “Percezioni”, al novanta per cento costruzioni del cervello, come scrive il neuroscienziato Beau Lotto. A parlare ci saranno, tra gli altri (in ordine sparso): il presidente della Camera Roberto Fico, Antonella Clerici, Urbano Cairo, Claudio Bisio, l’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini, Carlo Verdelli, Lucia Annunziata, Sarah Varetto, Paolo Bonolis, Lilli Gruber, Giulio Tremonti, The Jackal, Luca Zingaretti, Joe Bastianich, Linus, Manuel Agnelli, Lo Stato Sociale e, in chiusura, il presidente della Rai Marcello Foa.

Venerdì 3 maggio – Alle ore 18 alla Triennale di Milano all’interno del Festival dei Diritti Umani, presentazione della mostra fotografica Traces of Light, dedicata ai rifugiati siriani in Libano. La mostra Traces of Light, curata da Leonardo Brogioni, porta per la prima volta in Italia, in occasione del Festival dei Diritti Umani, gli scatti di Lorenzo Tugnoli, appena premiato con il prestigioso Premio Pulitzer e con il primo premio nella categoria General News Story del World Press Photo Award e Diego Ibarra Sánchez (The New York Times), dedicata ai rifugiati siriani in Libano. I due fotografi e Marco Chiesara, Presidente WeWorld Onlus, racconteranno le storie delle donne, degli uomini e dei bambini che vivono nei campi informali nella valle della Bekaa, in Libano, dove WeWorld Onlus è presente con un programma volto a incoraggiare la resilienza e garantire la dignità di tutti, comunità siriane rifugiate e comunità ospitanti libanesi, attraverso progetti che garantiscano l’accesso all’acqua e con attività legate al supporto e alla difesa delle comunità più vulnerabili e delle persone con disabilità. La mostra sarà visibile alla Triennale di Milano dal 2 al 4 maggio.

Venerdì 3 maggio – Presso il Cortile dell’Ammannati di Palazzo Pitti a Firenze, evento Genio & Impresa per i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Protagonisti: Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze; Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda; Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi; il maestro Andrea Bocelli; l’architetto Mario Botta; lo chef Annie Féolde dell’Enoteca Pinchiorri; il critico d’arte Vittorio Sgarbi; il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia. A condurre Bruno Vespa.

Venerdì 3 maggio – In occasione del 50° anniversario del Festival di Woodstock, Ezio Guaitamacchi torna a Roma con uno spettacolo dedicato alla leggendaria tre giorni di pace, amore e musica. Appuntamento, alle ore 21, al Teatro Studio “Gianni Borgna” dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Sul palco anche la cantautrice Andrea Mirò.

Sabato 4 maggioTedxRoma, il format internazionale che riunisce le menti più brillanti nei campi della Tecnologia, Economia, Entertainment e Design torna presso il Roma Convention Center “La Nuvola”. “Society 5.0 – A Human Centric Future” è il titolo di questa sesta edizione del TedxRoma dove 18 speaker internazionali e italiani affronteranno, per la prima volta in Italia, il concetto di Society 5.0, ovvero l’evoluzione della nostra società verso un utilizzo consapevole delle tecnologie di frontiera, e non solo: la Society 5.0 sarà anche la società del futuro in cui porre l’uomo al centro delle scelte in diversi ambiti da quelli sociali a quelli economici e culturali in stretta relazione con una nuova formula di progresso, ancora tutta da comprendere o inventare.

Sabato 4 maggio – Alle ore 11 per “Senato & Cultura“, la rassegna promossa dal Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, saranno in scena, nell’aula di Palazzo Madama, artisti già affermati e giovani protagonisti che si sono formati all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d’Amico per “Omaggio al Teatro“: quarto appuntamento del ciclo che vede, da febbraio scorso, il Senato della Repubblica e la Rai impegnati a valorizzare l’Arte e la Creatività italiane facendone le protagoniste di una serie di eventi culturali. Al centro dell’emiciclo, dopo l’indirizzo di apertura del Presidente Casellati – presentati da Andrea Delogu – si esibiranno, con un susseguirsi di performance, movimenti scenici e letture, prestigiose personalità artistiche teatrali: Massimo Popolizio, Margherita Buy e i giovani allievi e attori dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d’Amico diretti da Emma Dante e Giorgio Barberio Corsetti.