Oltre a Fiorello per la nuova RaiPlay spunta Fabio Fazio

- Roma

L’anchorman, ora approdato su RaiDue, sta preparando una produzione ad hoc per l’offerta del servizio pubblico su Internet.

È l’alba di un nuovo giorno per RaiPlay. Da novembre infatti il servizio pubblico comincia a fare sul serio anche su Internet. E le chiavi per accedere al mondo della Rete il settimo piano di Viale Mazzini le ha affidate a Elena Capparelli: cinquant’anni, veterana del settore, da maggio 2019 responsabile della nuova divisione “RaiPlay e Digital” (un centinaio di persone) nonché project leader per lo sviluppo dell’offerta vision on demand per RaiPlay. E la Capparelli, in una lunga intervista su Eurosat (di cui Lo Specialista fa un piccolo sunto ma ne consiglia la lettura integrale), spiega a Paolo Crespi lo stato dell’arte.

Il suo mandato? “Posizionare la Rai nel mercato degli OTT”. Come? “Cambiamo pelle”. “Stiamo approntando la nuova app per il mobile, disponibile per tutti i device, una nuova versione del browser (desktop e mobile) e – ha spiegato la Capparelli – la nuova app per le smart TV”. I numeri? “Attualmente abbiamo uno zoccolo di 12,5 milioni di utenti registrati (e 12,5 milioni di download dell’app), di cui quelli attivi negli ultimi 6 mesi sono 7, con una media mensile di 3,2 milioni. L’obiettivo è di crescere del 30% nel 2020, con un incremento consistente già nel primo semestre”. E Fiorello? “L’impatto sarà straordinario, con tre appuntamenti di un’ora circa a settimana, in prima serata, per sei settimane. il live del programma, che è una produzione Rai a tutti gli effetti, realizzato con un forte investimento, anche a livello creativo, nella storica sede di Via Asiago, sarà trainato dal lancio su RaiUno, dalle successive finestre su RadioDue e da una serie di contenuti collaterali, fruibili sulla piattaforma. Ma non è l’unica novità dell’autunno-inverno…” E poi? “Un altro original di RaiPlay sarà un programma di Fabio Fazio, su cui non posso anticipare nulla”. Da Raitre a RaiUno fino a RaiDue per poi impazzare a tutte le ore sulla Rete con RaiPlay. Non ditelo a Matteo Salvini…

Approfondimenti