Il conduttore Rai, Fabio Fazio, sul palco della Repubblica delle idee.

L’anchorman ha accettato il trasloco a Rai2. Acconsente a ridursi la paga a patto che lo facciano tutti in Rai. Ma ora potrebbero chiedergli di lasciare anche la domenica.

A giudicare dai cinguettii, trapela una certa insofferenza dalle parti di @fabfazio. Matteo Salvini lo ha “trasformato in un avversario politico” e lui si fa un video alle prese con uno yoyo, facendo intendere che potrebbero sbatterlo anche sul canale per bambini. E nel frattempo @chetempochefa riporta le sue parole: “Mi è stato proposto il passaggio a Rai2, per me va bene: la trasmissione è la stessa. E’ importante essere una risorsa, non un problema”. Insomma, chiederà al pubblico lo sforzo di cambiare tasto del telecomando. All’anchorman che ha appena lasciato l’ammiraglia, insomma, va bene accasarsi nella scuderia di Carlo Freccero. Ma restano un paio di problemi. Il primo riguarda il cachet. A quanto ammonta lo “sconto” che l’ad Rai Fabrizio Salini ha chiesto (o si appresta a chiedere) a Fazio che guadagna oltre due milioni ogni anno? E Salini riuscirà a convincere anche altri anchorman a ridursi lo stipendio? “Ho già detto all’azienda che sono pronto a ridurlo se necessario e per una misura che riguarda tutti – è il Fazio pensiero in merito al proprio cachet – anche altri colleghi che guadagnano come e più di me, ma non posso accettare una misura punitiva anche rispetto al grande lavoro, agli ascolti e ai guadagni procurati”. E poi – ciliegina sulla torta – ci sarebbe anche un problema di collocazione. Se Fazio va in onda in prima serata la domenica sera su Rai2, dove lo mettiamo Massimo Giletti? A, dimenticavo, anche per il conduttore de La7 potrebbe esserci un problema di cachet. Non ditelo a Salvini…

Approfondimenti