Piccinini, Luverà e Carboni: caccia al “Mister X” del Tg1

- Roma

La Sciarelli rinuncia e rispunta anche la Gabanelli. Intanto Salvini avrebbe chiesto a Di Maio di promuovere Casimiro Lieto, uno degli autori de La Prova del cuoco, alla direzione di una Rete.

Scorrendo i giornali di stamane la notizia è data per certa: Federica Sciarelli – alla guida del programma di Rai3 “Chi l’ha visto?” ormai dal lontano 2004 – ha gentilmente declinato l’invito dei vertici di Viale Mazzini ad impugnare “lo scettro” del Tg1. È caccia aperta, dunque, al famoso “Mister X, che nel cda di mercoledì prossimo sarà indicato per guidare l’informazione dell’ammiraglia al posto di Andrea Montanari. E anche qui i quotidiani sembrano concordi su alcuni nomi che ricorrono: l’esterno Francesco Piccinini, attuale direttore di Fanpage.it; Bruno Luverà, inviato di politica proprio al Tg1; Giuseppe Carboni, caporedattore del Tg2; e la candidatura sempre verde – per Marco Travaglio – di Milena Gabanelli. Ma andiamo con ordine.

“Ieri – scrive Paolo Conti sul Corriere della Sera – dopo il vertice tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini a Palazzo Chigi, circolavano due ipotesi per la guida del Tg1: Bruno Luverà, inviato di politica proprio al Tg1, apprezzato sia da Lega che da M5S, nome già apparso in estate, oppure l’outsider Francesco Piccinini, attuale direttore di Fanpage.it, giornale online con sede a Napoli. L’ipotesi Piccinini rappresenterebbe il ‘Mister X’ di cui si parlava”.

“Non abbiamo parlato di Rai, è una questione che stanno risolvendo Salini e Foa”, ha spiegato Matteo Salvini al termine del vertice con Luigi Di Maio. Non si direbbe a leggere la Repubblica… “Non c’è più solo il Tg1 a bloccare la partita della Rai – sottolinea Maria Berlinguer – c’è anche una nuova richiesta di Matteo Salvini a frenare la corsa al ribaltone. Il vicepremier leghista per dare il via alle nomine in viale Mazzini chiede infatti agli alleati di promuovere Casimiro Lieto, uno degli autori de La Prova del cuoco, alla direzione di una rete”. E per quanto riguarda il “Mister X” del Tg1 “è più probabile che l’incarico vada a un nome coperto, ma non quello di Francesco Piccinini, attuale direttore di Fanpage, su cui ieri si rincorrevano voci alimentate dalle retrovie grilline. Nella rosa dei direttori c’è Giuseppe Carboni, caporedattore del Tg2, che viene accostato anche alle caselle di Radio1 Rai e del Giornale Radio”.

“Svanita la carta Sciarelli, parte del Movimento è tornato a spingere per Francesco Piccinini, attuale direttore di Fanpage”, rivela Il Messaggero. “Torna a circolare quello di Giuseppina Paterniti, attuale vicedirettore della Tgr e grande lavoratrice. In avvicinamento anche Giuseppe Carboni, attuale caporedattore della Rai che però è anche in ‘ballo’ per la poltrona di direttore della radio attualmente affidata ad interim a Roberto Pippan”.

Chiosa finale su il Fatto Quotidiano: “Per quella direzione ieri sono rimbalzati altri due nomi: Francesco Piccinini, direttore di Fanpage, spinto dalla parte più movimentista dei grillini, e Bruno Luverà, cronista politico del Tg1. Qualcuno, però, è sicuro che vi sia un nome tenuto ancora coperto, magari un esterno (Gabanelli?)”.