Il docente Pino Schirripa, foto dal profilo Twitter di @repubblica.

Al professore di Antropologia de La Sapienza è stato chiesto dal conduttore di “Cinematografo” di togliere la maglietta. Al rifiuto è stato messo alla porta.

Sembra che nella “Rai del cambiamento” piacciano le divise e le felpe ma non le t-shirt. È la storia curiosa che racconta un cinguettio di @repubblica: Pino Schirripa, docente alla Sapienza: “Io censurato da Marzullo in Rai per la maglietta pro Ong”. Una storia che sta facendo rumoreggiare i social. Il conduttore di “Cinematografo” ha chiesto al professore di Antropologia di togliersi la t-shirt con la scritta: “Mediterranea saving Humans”. Lui ha rifiutato ed è stato mandato via. “Si leva quella maglietta?”, gli avrebbe chiesto Marzullo. “No” la risposta secca. “Allora tolga il microfono e vada via”. Il tutto condito dalla solidarietà di “tanti tecnici della Rai – racconta Schirripa – che sono venuti a stringermi la mano”. “L’umanità, evidentemente, non ha diritto di cittadinanza in televisione”. Una storia commentata anche da @Ogiannino: “Se indossi una maglietta umanitaria, alla Rai odierna non ti mandano in onda e ti mettono alla porta. Quando lo zelo supera la ferocia di chi comanda”.

Approfondimenti