A Natale esce l’atteso film di Garrone. Nel cast anche Proietti e Papaleo.

“Non c’è binomio più meraviglioso di Natale-Pinocchio. Dopo vent’anni dall’aver fatto Pinocchio è naturale che faccia Geppetto. È un film meraviglioso. Questo è lo scoop: Matteo Garrone, il regista dell’Imbalsamatore, di Gomorra, di Dogman, per la prima volta fa un film con un lieto fine. Matteo non è che arriva la fata turchina e le viene un infarto? O arriva Mangiafuoco e fa una strage? Mettici qulacosa se no non ti riconosci!”, scherza Roberto Benigni sul palcoscenico di Ciné – Giornate di Cinema Riccione 2019 durante la presentazione del listino cinematografico della 01 che il 25 dicembre porta al cinema l’atteso film di Matteo Garrone dalla fiaba di Collodi. “È un progetto che ormai sono anni che inseguo, addirittura il primo storyboard l’ho disegnato a 6 anni – afferma il regista -. Nasce per essere un racconto che si rivolge ai bambini e chiaramente anche ai grandi, e quindi abbiamo cercato di fare un film che potesse arrivare a tutti”. Le prime immagini mostrate hanno una fotografia meravigliosa firmata da Nicolaj Bruel. La sceneggiatura è dello stesso Garrone che si avvale di un cast eccellente. Oltre a Benigni nei panni di Geppetto, ci sono Gigi Proietti (Mangiafuoco), Rocco Papaleo (Gatto), Massimo Ceccherini (Volpe), Massimiliano Gallo (Civetta), Marcello Fonte (Pappagallo). La Fatina bambina è interpretata da Alida Baldari Calabria, la Fata adulta da Marine Vacth. A rendere umano Pinocchio c’è il piccolo Federico Ielapi.

Pinocchio è una coproduzione internazionale Italia/Francia, prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, con Recorded Picture Company, in associazione con Leone Film Group, con il contributo del Mibac – Direzione Generale Cinema – e di Eurimages, in associazione con Unipol Banca, con il sostegno della Regione Toscana – Toscana Promozione, con il contributo della Regione Puglia, con il sostegno della Regione Lazio – Avviso pubblico produzioni cinematografiche. Le vendite internazionali sono curate da HanWay Films. Lo slogan di Benigni? “Un film che fa bene alla salute più lo si vede meglio si sta”.

Approfondimenti