Chiude la stagione 2018-2019 con una media del 12,76% pari a 576mila telespettatori, con locomotive Lazio, Campania, Lombardia e Toscana.

Ha siglato il risultato migliore delle ultime quattro annate “Buongiorno Italia”, in onda su Rai3 alle ore 7 e per mezz’ora dal lunedì al venerdì. Augurando al pubblico le buone vacanze il 28 giugno scorso, il programma della testata Giornalistica Regionale della Rai ha chiuso la stagione 2018-2019 ad una media del 12,76% con 576mila telespettatori, il che equivale a circa 1,4 punti in più rispetto alla media ascolti della precedente 2017/2018 quando aveva totalizzato l’11,38% di share con 507mila telespettatori. Capofile nel raggiungimento di questo risultato, prima di tutto le regioni più popolose: il Lazio con 74.435 telespettatori e il 15,89% di share che cresce sull’annata precedente del 3,44% di share (pari a 17mila telespettatori in più rispetto alla scorsa); la Campania con 49.926 telespettatori e il 12,38% di share che segna un più 3,39% di share (pari a 12.600 telespettatori in più), la Lombardia con 60.097 telespettatori e il 9,62% di share che registra un incremento dell’1,72% (pari a 11.600 telespettatori in più) e la Toscana con 41.699 telespettatori e il 17,94% di share che aumenta del 4,82% (pari a 11.200 telespettatori in più). Buona la crescita nell’ultimo anno su quello precedente anche di Umbria (+5,84%), Basilicata (5,08%) e Trentino-Alto Adige (+2,44%).

Fanalino di coda: Sardegna (-0,51%), Emilia Romagna (-0,69), Abruzzo (-1,07%), Molise (-1,17), Marche (-1,26%), Liguria (-1,65%), Friuli Venezia Giulia (-1,79%) e Valle d’Aosta (che segna un -10,67% di share che in termini di telespettatori si traducono in 212 unità in meno, esito che fa scendere sotto il migliaio l’audience che in questa stagione si attesta a 952 telespettatori medi).

Approfondimenti