L'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini.

L’azienda conferma l’indiscrezione de LoSpecialista.tv. L’ad ha “ratificato” e “formalizzato” il secondo anno di contratto senza passare per il cda. Cifra sotto soglia: 9,6 milioni.

La Rai conferma, LoSpecialista.tv aveva ragione. Il 13 ottobre scorso avevo allertato i lettori su un fatto curioso relativo al contratto tra la Rai e la società L’Officina srl che produce il programma “Che tempo che fa”, in onda su Rai1. Società posseduta al 50% da Fabio Fazio e con la quale il nuovo ad Fabrizio Salini ha rinnovato il contratto a settembre 2018 (un anno per 9,6 milioni) senza il bisogno di passare per il cda, essendo una cifra sotto la soglia dei dieci milioni. Il programma di Fazio, insomma, costa in media una decina di milioni all’anno (per 64 puntate), ai quali si devono aggiungere i circa 2,4 milioni l’anno che l’anchorman e autore percepisce per la prestazione artistica. Naturalmente, infine, vanno conteggiati altri 5 milioni abbondanti per i costi esterni di Rete e i costi interni ed esterni di produzione. Articolo che aveva suscitato la curiosità del deputato del Pd, Michele Anzaldi, che ha presentato un’interrogazione parlamentare sull’argomento alla quale la Rai ha appensa risposto.

“In merito alla vicenda legata al contratto con la società L’Officina per la realizzazione del programma ‘Che tempo che fa’, si precisa – spiega l’ufficio stampa della Rai – che nella seduta del Consiglio di amministrazione dello scorso 21 settembre l’Amministratore delegato Fabrizio Salini aveva informato con una nota dettagliata il Consiglio di amministrazione circa la necessità di provvedere alla ratifica e alla relativa formalizzazione dell’appalto per la seconda stagione del programma, già presentato alla stampa e agli investitori pubblicitari all’interno dei palinsesti autunnali lo scorso giugno. L’intenzione aziendale di mandare in onda la seconda stagione di ‘Che tempo che fa’ era stata peraltro confermata alla società L’Officina in una comunicazione inviata da Rai lo scorso 28 giugno durante la precedente consiliatura, nei termini previsti dall’accordo con la stessa società per l’edizione 2017-2018. Il suddetto appalto è collegato al contratto quadriennale con Fabio Fazio stipulato il 23 Giugno 2017”. Non fa una piega…