A novembre rispetto all’analogo mese del 2017 l’ammiraglia Rai perde il 6,81% di share, quella Mediaset il 4,27. Avanzano di molto La7, Rai3 (terza rete in assoluto in prima serata) e Rete4. Sul fronte delle piccole, Tv8 è sopra il 2% di share, mentre gli exploit di Maurizio Crozza sono l’oasi del deserto di Nove.

Un altro mese di garanzia se ne va, coi sogni e le preoccupazioni… Le tv generaliste hanno trascorso un novembre che ridisegna lo scacchiere. Sì, perché Rai1 e Canale5 sono sempre le reti ammiraglie, quelle che in prima serata godono degli ascolti più alti – con la prima che con “L’amica geniale” detiene il record autunnale in assoluto, e della fiction in particolare, registrando all’esordio martedì 27 novembre 7 milioni 92 mila spettatori con uno share del 29,3, e la seconda quello del miglior programma d’intrattenimento con “Tu si que vales” (9 settimane di programmazione 9 vittorie consecutive al sabato sera, con una media di 5 milioni di telespettatori e del 29% di share) -, ma davanti a queste cifre esaltanti si registra il calo degli ascolti nel prime time rispetto a novembre 2017. L’erosione più grande tocca proprio alla rete regina degli ascolti dell’autunno, Rai1, che con una media di 4 milioni 749 mila telespettatori e uno share del 19,03 perde il 6,81% (dati Studio Frasi). Canale5, con 4 milioni 32 mila telespettatori e il 16,16%, è sotto del 4,27%. Altra rete in perdita è Italia1 che, con un milione 304 mila telespettatori e il 5,23% di share (quinta rete in prime time), cala del 3,15% di share. Intanto, sono in crescita tutte le altre reti generaliste.

A guadagnare di più sono La7 e Rai3. In particolare, la terza rete Rai è terza di nome e di posizione: è al terzo posto tra le reti più seguite in prima serata con una media di un milione 565 mila telespettatori e il 6,27% di share, guadagnando 11,17 punti share, merito sicuramente della roccia “Chi l’ha visto?” (il programma di Federica Sciarelli il 14 novembre è addirittura volato a 2 milioni 550mila telespettatori e all’11,8% di share), di “Report” (con Sigfrido Ranucci sempre più sciolto) e del ritorno della “Tv delle Ragazze” con Serena Dandini. La rete di Cairo è quella che ha registrato il maggior balzo in avanti con un più 14,64% di share, viaggiando ad una media a novembre in prima serata di un milione 270 mila telespettatori e del 5,09% di share, grazie al successo dell’informazione intelligente di “Non è l’Arena”, “DiMartedì” e “Propaganda Live”.

Anche se è la rete che occupa il gradino più basso, il settimo posto tra le generaliste, con un milione 39 mila telespettatori e il 4,17% di share, la nuova Rete4 (modello La7) con più attualità alla sera guadagna piano piano consensi crescendo del 9,45%. Alcuni programmi come “Quarta Repubblica” e “W l’Italia – Oggi e domani” forse non hanno ancora i riscontri sperati, ma “CR4 – La Repubblica delle donne” convince. Chi sa cosa accadrà a dicembre, quando venerdì 14, debutterà il super annunciato “Freedom” di Roberto Giacobbo. In crescita anche Rai2, del 5,65% di share, con una media di un milione 491 mila telespettatori e il 5,98% di share, con una fiction che ha visto il passaggio di testimone tra “Rocco Schiavone” e “L’ispettore Coliandro”, un avventuroso “Pechino Express – Viaggio in Africa”, “Il ristorante degli chef” che sembra partito col piede giusto, e un Amadeus che diverte con “Stasera tutto è possibile”.

Tra le altre reti, l’unica sopra il 2% di share, sia nel giorno medio che in prime time, è Tv8 (rispettivamente segna il 2,09 e il 2,15): evidentemente la spinta “X Factor” (che fa felice SkyUno), il game show “Guess My Age – Indovina l’età” di Enrico Papi, “Quattro matrimoni in Italia” e i talent di cucina fanno la differenza. A seguire, c’è Nove. I suoi ascolti volano alto quando c’è Maurizio Crozza in tv che da vero fuoriclasse porta la rete a conquistare oltre il 5% di share superando abbondantemente il milione di telespettatori e regalando al canale anche il quarto posto tra le reti in assoluto più viste in prime time. Ma Crozza non ha “fratelli” al par suo sulla rete che a novembre ha realizzato la media giornaliera dell’1,46% e in prime time dell’1,57. Dopo Tv8 e il Nove, la top five di novembre si scinde: sul fronte giornaliero segue al terzo posto Real Time con l’1,28%, Rai4 con l’1,23 e Rai Premium con l’1,22; sul fronte prima serata, al terzo posto c’è Iris con l’1,45 (con i suoi bei film), Rai4 con l’1,39 (per la rete diretta da Roberta Enni anche qui un quarto posto) e Real Time con l’1,36.