Se Freccero alle prese coi nanoshare su Rai2 pensa a Santoro

- Roma
Carlo Freccero e Michele Santoro.

La Lega vuole sapere se il direttore vuole affidare “Popolo Sovrano” o un altro format a “Michele chi?”. E chiede anche quanto costerà...

Carlo Freccero, evidentemente stufo di collezionare nanoshare con la nuova informazione targata Rai2, sembra voglia recuperare un altro “epurato” eccellente dopo Daniele Luttazzi: si tratta di Michele Santoro. Il sospetto è venuto alla Lega che ha appenda presentato un quesito al vertice Rai. In particolare il deputato Paolo Tiramani, capogruppo in Vigilanza Rai, vuole sapere “se per sopperire all’ennesimo flop in termini d’ascolto, il direttore di Rai2 Carlo Freccero intende affidare al giornalista Michele Santoro la conduzione e/o la consulenza, se non addirittura la produzione del programma di approfondimento politico ‘Popolo sovrano’ o di un nuovo format affine”. Tiramani chiede inoltre alla Rai “non solo se queste notizie sono semplici indiscrezioni ma anche a quanto ammonterebbe l’eventuale compenso riconosciuto al giornalista per la nuova versione di ‘Popolo sovrano’ che, a detta di Freccero potrebbe superare le disastrose cifre Auditel, o per la conduzione di un nuovo programma sostitutivo”.

Il richiamo di Santoro su Rai2 appare per la verità un altro rischio per Freccero. Stefano Coletta, infatti, su Rai3 si è sbarazzato e in fretta di “Michele chi?” e del suo “M” che nella scorsa stagione ha ballato proprio tra il 2 e il 3% di share. Gli stessi numeri – tanto per intenderci – che sta facendo Alessandro Sortino. Un cavallo di ritorno, ma non certo una “scommessa” sicura.

Approfondimenti