Foto di Carlo Freccero sul settimanale Panorama

Intanto Papaleo dà ragione a Baglioni, Luttazzi dovrebbe tornare in autunno e la Ventura pianifica il suo sbarco in Rai in un “pranzetto” milanese con Salini.

È un fiume in piena stamane Carlo Freccero. Nella lunga, e godibile, intervista su Panorama di Maurizio Caverzan, scopre un pochino di più le carte sulle prossime mosse del palinsesto di Rai2. Partiamo dall’informazione. “In questi anni la Rai ha perso il primato dell’informazione. Basta vedere che La7 ha Otto e mezzo e Rete 4 ha Stasera Italia. La Rai nulla. Deve coprire questa lacuna. Per me – annuncia Freccero – la conduttrice ideale dell’approfondimento dopo il Tg2 serale è una come Federica Sciarelli”. Ma ha già Chi l’ha visto? “Infatti, è un pio desiderio”. Quindi “Night tabloid diventerà Povera patria con la sigla di Battiato preceduta da una comica imitatrice”. E poi “c’è la trasformazione di Nemo con il ritorno alla conduzione di Alessandro Sortino”. Santoro? “Vorrei tanto incontrare lui, Piero Chiambretti e anche altri. Ma in un mese non sono riuscito a far tutto”. Tempi lunghi, invece per il ritorno (tanto chiacchierato) dell’epurato Daniele Luttazzi su Rai2. “L’ho sentito tre o quattro volte al telefono e lo incontrerò in Spagna in febbraio”. Probabilità di rivederlo davvero? “Dipende da lui, da quello che vuol fare”. Attaccare Salvini e Di Maio? “Molto probabile”. Glielo lasceranno fare? “lo vado via a novembre, lui dovrebbe iniziare a ottobre. Per due mesi…”

Poi c’è l’annuncio sull’intrattenimento: “Ho messo a punto The Voice con Simona Ventura che partirà il 16 aprile e dove spero di avere in giuria Asia Argento e Morgan”. E il settimanale “Chi” racconta proprio oggi che “all’ultimo piano dell’hotel Gallia di Milano è andata in onda la parte finale del passaggio della showgirl in Rai. La Ventura si è goduta un pranzo di lavoro con l’amministratore delegato Rai Fabrizio Salini. Per lei è pronto The Voice, completamente rinnovato. E il prossimo anno l’attende Quelli che il calcio. Per ora….”

Quindi una rassicurazione per “I fatti vostri”. Non chiude, “dev’essere solo ridotto nei costi. Michele Guardi è uno degli uomini più ricchi d’Italia. Non può pretendere la Siae, faccia un sacrificio…” Che fine farà Giancarlo Magalli, invece, non si sa… Inoltre la bocciatura della seconda stagione dei Supplente prodotto da Carlo Degli Esposti. “Vero, non mi piace. Mi aspetto proposte più interessanti e geniali – ha spiegato Freccero – come Degli Esposti sa essere”. Resterà solo un anno o spera in una proroga? “Niente proroghe. Già arrivare a fine novembre 2019 sarà una fatica enorme. Chissà se questo entusiasmo creativo – conclude il direttore di Rai2 – durerà fino allora.

Foto di Rocco Papaleo, dal profilo Twitter

In chiusura una battuta la merita anche l’intervista di Rocco Papaleo, conduttore del Dopofestival a Silvia Fumarola su la Repubblica in merito al “caso Baglioni”. “Premetto che condivido il punto di vista di Baglioni. Non trovo niente di strano se un uomo che ha un suo pensiero, anche se con un ruolo come quello di Claudio, lo esprime. Conta l’opinione, non il luogo in cui viene espressa”. “Mi fa un certo effetto – ha aggiunto Papaleo – che un artista non possa esprimere le proprie opinioni, come un cittadino qualsiasi. Baglioni ha detto quello che pensa. Mi è sembrata esagerata la reazione e anche intimidatorio agitare una polemica”. Salvini, insomma, dovrà temere il Festival e il Dopofestival…

Approfondimenti