Slitta al 2020 la policy Rai sull’utilizzo dei social

- Roma

Il cda ha chiesto emendamenti per ammorbidire il testo. E il consigliere Riccardo Laganà ha ottenuto che la bozza sia valutata anche dai sindacati.

Bisognerà attendere il 2020 – a quanto apprende Lo Specialista – per l’approvazione da parte del cda Rai della nuova policy sull’utilizzo dei social network da parte dei dipendenti e collaboratori Rai. Un addendum al codice etico dal titolo “Diligenza, correttezza, buona fede e lealtà nell’utilizzo dei presidi digitali” ovvero siti internet, blog, forum, social network e chat di gruppo. Dell’argomento il board si è già occupato nelle sedute del 10 e del 19 dicembre. Ma il timbro – nonostante la commissione di Vigilanza sulla Rai avesse chiesto l’approvazione entro il 9 dicembre – non è arrivato. Due le motivazioni: alcuni consiglieri hanno ritenuto il testo troppo severo, e sono state dunque chieste alcune modifiche; ma soprattutto il consigliere Riccardo Laganà, rappresentante dei dipendenti, considerando la delicatezza dell’argomento e il relativo impatto ha chiesto e ottenuto che il testo venga valutato anche dai sindacati prima dell’approvazione definitiva. Sindacati che con un comunicato unitario hanno chiesto al vertice dell’Azienda “di essere messi a conoscenza del testo in discussione e di partecipare attivamente al processo di modifica del codice etico”. Richiesta accolta, dunque. E se ne parla nel nuovo anno… In Parlamento se ne dovranno fare una ragione.

Approfondimenti