Su Rai3 scompare Santoro e spunta Raffaella Carrà

- Roma

In primavera non c’è traccia di “M”. La showgirl, invece, tornerà con una produzione Ballandi in prime time.

È tempo di palinsesti primaverili per Rai3, e a giudicare dai boatos i telespettaori potranno attendersi qualche sorpresa. Presto, infatti, Raffaella Carrà smetterà di essere una “milite ignota” per la tv italiana. In primavera il direttore Stefano Coletta le aprirà infatti le porte di Rai3. A quanto apprende LoSpecialista.tv, la Carrà sta preparando uno show (di produzione Ballandi) che andrà in onda in prima serata. In particolare, sembra che Raffaella trascorrerà un’intera giornata con alcuni importanti personaggi. Una lunga intervista da big a big. Ma per una Carrà che entra, c’è invece un Michele Santoro che esce.

Non c’è traccia, infatti, del suo “M”, prodotto da Zerostudio’s srl, neanche nel palinsesto primaverile di Rai3. L’esperimento di “M”, con il quale Santoro ha provato ad intrecciare il docudrama in forma di fiction con il teatro in diretta e l’approfondimento giornalistico non ha convinto. Linguaggi difficili da mettere in comunicazione, e l’esperimento è stato bocciato dall’Auditel con una media intorno al 3% e audience ben al di sotto del milione. Numeri davvero impietosi per uno come Santoro. Nanoshare che solo “Kronos” di Giancarlo Loquenzi e Annalisa Bruchi o “Cyrano” di Massimo Gramellini e Ambra Angiolini hanno collezionato nella scorsa stagione sugli schermi Rai. Ed infatti hanno chiuso… Santoro giura che “continuerò a fare quello che gli altri non fanno”. Ma è davvero difficile che ci riesca in Rai… Così come è difficile che Lucia Annunziata riesca a lanciare a breve un programma di esteri per la seconda serata di Rai3. Anche di questo nuovo progetto in Viale Mazzini si sono perse le tracce.