“Tre metri sopra il cielo” si fa anche serie per Netflix

- Roma

Sono partite a Ravenna le riprese della love story per liceali “Summertime”, che sarà disponibile in 190 paesi nel 2020.

Step e Babi stanno tornando. Dopo aver fatto sognare i liceali del 2004 con un libro che ha fatto il giro del mondo e con un film il cui protagonista è Riccardo Scamarcio, la storia di “Tre metri sopra il cielo” scritta da Federico Moccia sta per diventare serie con Netflix. Sono partite a Ravenna (si sposteranno poi a Cesenatico e a Roma) le riprese di “Summertime”, prodotta da Cattleya. La serie sarà disponibile, nei 190 paesi in cui Netflix è attivo, nel 2020. Racconta una storia d’amore moderna, ambientata durante l’estate, sulla costa adriatica. I protagonisti ora si chiamano Ale e Summer, ma come Step e Babi provengono anche loro da mondi molto diversi. Lui è un ex campione di moto, ribelle e deciso a riprendere in mano le redini della propria vita. Lei è una ragazza che rifiuta di omologarsi alla massa e sogna di volare lontano ma sa di essere il collante della sua famiglia. Coco Rebecca Edogamhe, al suo esordio, darà il volto a Summer, mentre Ludovico Tersigni (protagonista di “Skam Italia”) ricoprirà il ruolo di Ale. Accanto a loro Andrea Lattanzi (“Sulla Mia Pelle”) nei panni di Dario, e gli esordienti Amanda Campana che sarà Sofia, Giovanni Maini che darà il volto a Edo ed Alicia Ann Edogamhe nella parte di Blue. In tanti si sono presentati ai provini: la produzione ha contato oltre 2.000 persone ai casting che si sono tenuti, nelle scorse settimane, a Cesena, Cesenatico, Ravenna e Rimini. Ora i primi ciak di “Summertime” a cura dei registi Lorenzo Sportiello e Francesco Lagi, che firma anche la scrittura assieme a Sofia Assirelli, Enrico Audenino, Mirko Cetrangolo, Daniela Delle Foglie, Daniela Gambaro, Vanessa Picciarelli ed Anita Rivaroli.

Approfondimenti