Vespa ai box, ma il coronavirus minaccia anche al Tg1

- Roma
Foto dal profilo Twitter @matteorenzi

“Porta a Porta” fermato per precauzione per tutta la settimana. Quarantene preventive a Saxa Rubra.

Il Coronavirus ha contagiato l’Auditel. Basta guardare allo share delle comunicazioni del premier Giuseppe Conte di lunedì 9 marzo: l’edizione straordinaria del Tg1 ha fatto segnare 10 milioni 780 mila telespettatori con il 34,4% di share. Tanto per intenderci, più di quelli che sempre su Rai1 hanno visto “Il commissario Montalbano”. Il problema è che il coronavirus rischia di contagiare (e in alcuni casi lo ha già fatto) anche chi l’informazione la produce, dalle maestranze ai volti noti. È il caso dell’anchorman Mediaset Nicola Porro, risultato positivo al virus e sostituito su Rete4 da uno speciale “Stasera Italia”, con Barbara Palombelli, visto da 2.342.000 spettatori con l’8,54% di share. Quarantena preventiva, poi, anche per Bruno Vespa (negativo al tampone) che dovrà comunque rinunciare al suo “Porta a Porta” almeno per una settimana. Ma anche dal Tg1, che ora dovrebbe sostituire proprio Vespa, non arrivano notizie rassicuranti.

POSITIVO UN OPERATORE – A quanto apprende Lo Specialista, un operatore di una società esterna (circa trenta dipendenti e ora ferma per precauzione) che lavora spesso proprio per il Tg1 è risultato positivo al coronavirus. Proprio in questi giorni – considerando che l’operatore è entrato fisicamente a Saxa Rubra – è scattata la quarantena preventiva per alcuni giornalisti del Tg1, ma sembra che presto il provvedimento sarà allargato ad altri colleghi che hanno avuto rapporti con il ragazzo risultato positivo al virus. Insomma, non certo un clima rassicurante nel notiziario più importante d’Italia (già alle prese con alcune quarantene per i giornalisti rientrati dalla zona rossa) che con Vespa fermo sarà chiamato con ogni probabilità a farne le veci in seconda serata su Rai1. E speriamo che il direttore Giuseppe Carboni – con già una decina di giornalisti costretti in quarantena preventiva – si decida a diramare direttive chiare per la sicurezza e l’operatività di tutta la redazione. Magari confrontandosi anche con il cdr…

Approfondimenti