Vladimir Luxuria. Foto dal profilo Twitter

Canali Rai separati per uomini e donne? “Come bagni pubblici. Idea antiquata”.

Un nuovo canale Rai (il nome ancora non c’è) dedicato prevalentemente a un pubblico femminile, con un target 35-55 anni, da edificare sulle ceneri di Rai Movie e Rai Premium. L’idea contenuta nel nuovo piano editoriale – e difesa dall’ad Fabrizio Salini in commissione di Vigilanza – non piace a molti. E tra questi c’è @vladiluxuria che con una serie di “cinguettii” ha manifestato il proprio dissenso. “La #rai progetta un canale maschile (magari scienza, politica e rodeo) e uno femminile (tipo film romantici, gossip e decoupage)? Un programma si guarda o meno per gusti e interesse non per un ruolo di genere stabilito da un palinsesto: Verona ha già sortito i suoi primi effetti?”. E poi ha aggiunto: “Canali Rai separati per uomini e donne? Come bagni pubblici. Idea antiquata”. Quindi chiusura in bellezza: “Vi prego se fate #rai4 per uomini e #rai6 per donne fatemi anche una #rai5 per #trans altrimenti mi viene in casa la Gardinj e mi blocca i canali con il “#gender control”!

Approfondimenti